Melissa Satta nel volo dell’aquila del Carnevale di Venezia (VIDEO)

Emozionante, baciato dal sole, tra un tripudio di maschere e di nasi e telefoni cellulari rivolti all’insù. Melissa Satta (nella foto) è stata, ieri mattina, domenica 26 febbraio 2017 la splendida protagonista del Volo dell’Aquila del Carnevale di Venezia 2017. Alle 12 precise la modella, ex velina si è lanciata dai 98,6 metri del campanile di San Marco per atterrare dopo qualche minuto sul palcoscenico posto davanti al Museo Correr e l’Ala Napoleonica della piazza. Un volo scandito dalle note di “Can’t help falling in love”, il celebre brano di Elvis Presley nella versione cantata da Andrea Bocelli.

«Non è una cosa da tutti i giorni buttarsi giù dal campanile di San Marco – ha detto Melissa subito dopo l’atterraggio – E’stato tutto molto emozionante, un’esperienza che mi mancava: una cosa simile l’avevo fatta a Rio de Janeiro lanciandomi da una montagna ma questo, a Venezia, con tutta questa gente sotto, il peso e la responsabilità di quello che stavo facendo è stato irripetibile. Quando sono arrivata a Venezia ho capito l’importanza di questa esibizione e me la sono sentita addosso per tutta la durata del volo».

«Melissa è stata un stata un altro prezioso gioiello della collana di “Aquile” del nostro Carnevale ed ha confermato la validità della scelta compiuta nel 2012 di affiancare al tradizionale Volo dell’Angelo la performance di un personaggio dello sport o dello

spettacolo – ha quindi aggiunto Piero Rosa Salva, amministratore unico di Vela -. La grazia e la bellezza di Melissa sono state poi esaltate dallo strepitoso abito il cui concept è stato disegnato da Diesel è di Nicola Formichetti per Diesel, e realizzato dall’Atelier Pietro Longhi di Francesco Briggi, rendendo tutto magnifico».

Sul palco ad accogliere Melissa Satta c’erano il direttore artistico del Carnevale Marco Maccapani e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro che hanno accompagnato in una breve passerella per il pubblico la ex modella che si è concessa per selfie e foto ai numerosi turisti presenti per il volo. Dopo il Volo dell’Aquila atteso spazio musicale per i Jalisse, che a vent’anni dalla loro vittoria a Sanremo con “Fiumi di parole” hanno riproposto il loro successo e altri brani del loro repertorio.