Il giorno 19 ottobre la cometa Siding Spring passera’ vicino al pianeta Marte. I satelliti della NASA in orbita sul pianeta rosso saranno costretti a spostarsi per evitare ogni possibile impatto. La cometa battezzata con la sigla “C/2013 A1” passera’ a circa 140 mila Km di distanza dalla superficie di Marte. Una distanza che corrisponde a meno della meta’ di quella che intercorre tra la Terra e la Luna, per intenderci. A parte il “pericolo” dell’impatto coon i satelliti, la NASA e’ ben intenzionata a preparare tutti i suoi strumenti spaziali per monitorare e raccogliere importanti dati sulla cometa e i suoi effetti sull’atmosfera marziana.

Incontro ravvicinato su Marte con la cometa Siding Spring
Incontro ravvicinato su Marte con la cometa Siding Spring – Immagine SETI Institute.

Secondo la NASA, la cometa Siding Spring non era mai entrata all’interno del nostro Sistema Solare. Motivo per cui si pensa che possa “contenere” informazioni importanti sui primi giorni di formazione della nostra Galassia.

La velocita’ di avvicinamento della cometa a Marte e’ di 56 Km/s.

I satelliti spaziali Mars Odyssey e MAVEN verranno spostati per evitare un possibile impatto con la cometa o con le particelle di polvere che stazionano nella sua orbita. La coda della cometa, informa sempre l’agenzia spaziale americana, arrivera’ dopo 90 minuti il passaggio del nucleo e mettera’ a rischio i satelliti per circa 20 minuti.

I veicoli esploratori Opportunity e Curiosity non corrono rischi. Resteranno protetti dalla “polvere cosmica” della coda della cometa Siding Spring grazie all’atmosfera del pianeta e ambo potranno raccogliere dati sull’oggetto astronomico.

L’incontro ravvicinato su Marte con la cometa Siding Spring verra’ trasmesso in diretta live streaming sul sito internet della NASA.

Leggi anche Vita Extraterrestre su Marte? Fotografia del Rover Curiosity “divide” il mondo (FOTO e VIDEO).