MADONNA E LA PROPAGANDA PRO-OBAMA, ancora una gaffe che ha provocato reazioni negative nel pubblico. I fan di Madonna hanno reagito male per un suo ennesimo intervento politicizzato durante il concerto a New Orleans, tappa del suo tour “MDNA”.

Madonna, con il suo atteggiamento di provocazione, questa volta ha sollecitato i fischi e l’allontanamento di alcuni fan che assistevano al suo concerto, per aver propagandato il presidente Obama dal palco dove si stava esibendo.

La Material Girl circa a metà dell’esibizione di sabato notte, ha chiesto al pubblico: “Chi è iscritto per votare?” poi ha aggiunto: “Non mi interessa per chi si vota purché si voti per Obama“.

Le frasi di Madonna, a questo punto, hanno provocato la dura reazione del pubblico. Molti fischi per aver favorito Obama rispetto al repubblicano Mitt Romney. Madonna ha quindi aggiunto: “Scherzi a parte, non mi interessa per chi votate… Non prendete questo privilegio per scontato. Andate a votare“.

Ancora una volta Madonna è stata troppo esplicita nel dichiarare le sue opinioni personali, anche se poi ha tentato di camuffare le intenzioni.

Episodi simili, con comportamenti sul palco che non tutti i fan hanno gradito: l’esibizione recente a Denver dove Madonna ha mostrato sul palco un uomo mascherato e una pistola, peraltro previsti nella scaletta dello show, ma peccando di insensibilità riportando la memoria di tutti alla strage di luglio.

In concerto a Parigi nel luglio scorso, a scatenare le ire di una parte dei presenti, nonché del mondo della politica, fu un video che mostrava una svastica proiettata sulla fronte della figlia di Jean Marie Le

Pen.

Sempre in tema Barak Obama, la gaffe di qualche settimana fa quando Madonna definì Obama musulmano. Dopo quell’errore, la cantante dichiarò di voler fare dell’ironia, ma resta anche il dubbio che l’ultima uscita sopra le righe (ultima relativamente all’ordine temporale, c’è da scommetterci) sia un tentativo di rimediare all’errore precedente.

Questa volta però, malgrado la maggior parte dei presenti sia rimasta ad ascoltare le canzoni di Madonna, alcuni hanno preferito andarsene per mostrare il loro dissenso.

Condanna, da parte di alcuni, per aver promosso il suo ideale politico mentre, avendo pagato il biglietto, ci si aspettava un concerto e la musica dalla pop star. Qualcuno ha guardato la cosa dal punto di vista artistico: l’intervento politicizzato avrebbe interroto lo spirito e il flusso del concerto, infine, qualcuno ha commentato più seccamente: “È davvero troppo!”.