LUCA BARBARESCHI È MALATO – “Non ho niente di incurabile, ma devo curarmi”, con questa frase Barbareschi, 57 anni di età, dà una spiegazione al fermo delle attività dei prossimi due mesi.

I motivi di salute, secondo le stesse parole dell’attore, regista, produttore e politico italiano, paiono legati alla broncopolmonite avuta lo scorso anno e non curata a dovere.

Attività teatrali, quindi, annullate in toto. Barbareschi ha inviato una lettera al Teatro Stabile di Genova per disdire la sua presenza nello spettacolo “Il discorso del re”, dal 5 novembre previsto in scena a Genova, ma in cui Barbareschi ha già interrotto la recitazione nelle ultime repliche di Milano.

Annullati gli spettacoli ma, come spiega lo stesso Barbareschi nelle ultime righe della sua lettera allo stabile di Genova: “Potrà capitare che mi vediate in televisione per la promozione del mio film. Si tratta di un’attività pianificata da diverso tempo e i miei interventi in televisione saranno tutti registrati. Per fortuna questo con la televisione si può fare, in teatro no”.

Le repliche saltate ora, si impegna Barbareschi, saranno recuperate, anche se a causa della malattia non riprenderà a lavorare prima del prossimo anno.

All’agenzia di stampa ANSA conferma di stare male: ”Non ho niente di incurabile, ma devo obbligatoriamente curarmi”, obbedendo all’ordine perentorio dei medici. L’obiettivo, dichiara, è superare il dolore, la frustrazione e il senso di impotenza che sta provando, per osservare le cure prescritte e risolvere la situazione della sua salute evitando conseguenze più gravi.

Il 4 novembre Barbareschi, anche se sta male, incontrerà comunque il suo pubblico, a Roma, in occasione della conferenza stampa per il suo ultimo film “Something Good”, in uscita nella sale il 7 novembre.

Questa sera in TV, su Rai1, andrà in onda la seconda parte della fiction su Adriano Olivetti, prodotta da Barbareschi.