TETTO DEL SUPERMERCATO CROLLATO – Una indagine penale è già iniziata dopo che il crollo del tetto di un supermercato nella capitale lettone di Riga, lo ha reso noto il primo ministro, Valdis Dombrovskis.

Il bilancio dei morti è intanto salito a 18, dopo che le notizie delle ore 06:00 di questa mattina avevano parlato di 12, mentre ci si aspetta che decine di persone siano ancora intrappolate sotto le macerie. Le operazioni di soccorso sono proseguite tutta la notte, rese difficili dalla situazione instabile dell’edificio, che in un secondo crollo ha coinvolto anche i soccorritori causando tra loro altri tre morti e otto feriti.

La causa del crollo non è chiara, cìè chi parla di “esplosione” e chi di “boato” prima del crollo.

L’unica cosa certa è che un giardino era in costruzione sulla superficie di 500 metri quadrati del tetto del supermercato, al moento del crollo.

Il supermercato, che ha aperto nel 2011, fa parte della catena di vendita al dettaglio Maxima. Una delle catene di vendita più importanti degli stati baltici.

Il primo ministro Dombrovskis, dopo aver visitato il luogo dell’incidente, ha detto “La polizia ha già iniziato le indagini“, specificando: “è stato avviato un processo penale per verificare violazioni delle norme di costruzione“.

Di “problemi con il rispetto dei requisiti di costruzione” ha parlato anche il ministro dell’Interno Rihards Kozlovskis alla TV lettone.