KATE MIDDLETON – Un nome una garanzia. Del nome dell’ente di cui la duchessa di Cambridge è rappresentante sono stati depositati i diritti intellettuali. Palazzo San Giacomo conferma: la Fondazione Reale del Duca e la Duchessa di Cambridge e del Principe Harry ha chiesto all’Intellectual Property Office del Regno Unito di ottenere l’autorità di marchio per i beni prodotti in suo nome.

Dopo che Kate Middleton è entrata a far parte della famiglia reale, le donazioni all’ente di beneficenza istituito dai principi William e Harry si sono decuplicate. Ora, i tre filantropi Reali stanno facendo in modo che l’ente continui a beneficiare dell'”effetto Kate“, integrando il nome di Kate Middleton in modo più che ufficiale: “Royal Foundation of The Duke and Duchess of Cambridge and Prince Harry”.

Dal momento in cui è avvenuta la modifica del nome della Fondazione, lo scorso anno, abbiamo registrato il nostro nuovo nome e logo in diversi territori di tutto il mondo“, ha riferito al

magazine E!News un portavoce dei Reali.

Prodotti blasonati, quindi: abbigliamento, calzature, cappelli, prima di tutto. Ma attenzione, non stiamo parlando di abiti e accessori chic per emulare la duchessa di Cambridge! Spiega ancora il portavoce che scegliere le categorie in cui si potrebbe in teoria operare in futuro fa parte del processo di registrazione del nome e del logo dell’ente per proteggere il marchio della Fondazione dall’utilizzo del suo nome in modo illegale. “Abbiamo incluso la categoria “abbigliamento” nel caso decidessimo, per esempio, di produrre t-shirts per maratoneti“.