IL DUCA E LA DUCHESSA DI CAMBRIDGE – Sono stati definiti come semplici “celebrità” dal noto e premiato scrittore britannico Christopher Lee. Il principino George, inoltre, non sarà mai re, sempre secondo il parere di Lee.

Kate Middleton, che conclude oggi i suoi primi 1000 giorni da duchessa, e suo marito, vengono paragonati dall’autore di “This Sceptred Isle”, programma documentaristico sulla storia britannica della BBC, alla coppia David e Victoria Beckham.

L’ex corrispondente della BBC dice che la coppia non ha il “peso” per essere definita qualcosa di diverso da “celebrità”. Basso tono, vicinanza alle persone comuni, simpatici e normali, si sono allontanati dalla tradizione della monarchia e dal vecchio stile del “non farmi domande e non toccarmi” proprio della regalità.

Lee, nel suo libro “Monarchy, Past, Present… And Future?” (Monarchia, passato, presente… e futuro?) ha provocato polemiche affermando di non credere che il Principe George Alexander Louis non sarebbe mai diventato re.

La lucentezza dell’immagine di Kate, secondo lo scrittore, sta svanendo. La coppia regale, che si avvicina alla mezza età, finirà come i reali danesi, olandesi e belgi: “gente carina, ma piuttosto noiosi e inoffensivi”.

Lee non risparmia nessuno, salvo cantare le lodi del principe Carlo: “Sarà un re molto, molto migliore di quello che ci si aspetta. (…) È un uomo molto intelligente capace di mettere in discussione il mondo che lo circonda”.