UN NOMIGNOLO CHE TORNA ALLA RIBALTA: “BABYKINS” – I messaggi vocali lasciati in segreteria per Kate Middleton dal suo allora fidanzato il principe William, sono stati violati dal News of the World. È la novità che emerge nell’ambito del processo per lo scandalo delle intercettazioni ordinate dal tabloid in cerca di scoop.

Kate Middleton era nella lista di personaggi spiati dal detective privato Glenn Mulcaire, di questo si è già parlato, ma ora, per la prima volta, è stato detto con certezza che vennero hackerati i messaggi vocali nella sua segreteria telefonica e questi sono stati fatti ascoltare in aula durante il processo in corso.

Il principe William era in fase di formazione come ufficiale a Sandhurst nel 2006, quando le lasciò detto in segreteria che si era perduto durante una esercitazione e che gli avevano “quasi sparato” ad Aldershot.

Ma a fare clamore è il nomignolo “babykins”, con cui William d’Inghilterra si rivolse alla fidanzata Catherine Middleton. Il nomignolo non è segreto, fu citato anche nel libro “William and Kate: a royal love story“, scritto dal giornalista americano Christopher Andersen, già biografo di Lady Diana; ma ora torna alla ribalta.

Babykins, un nomignolo grazioso, il cui significato in italiano non è affatto semplice da rendere con una traduzione. Un vezzeggiativo per qualcuno a cui teniamo molto, e che ci manca. Come doveva mancare Kate a William nel 2006.