JUSTIN BIEBER, purché se ne parli! Mentre tutti i fan sono lì a seguire i concerti, a pendere dalla labbra del loro idolo per l’intrervista con Oprah, e ancora non si sa se Justin passerà le vacanze di Natale con Selena Gomez… rispunta l’avvocato di Mariah Yeater e ritira fuori la faccenda del test del DNA.

Già, vi ricordate che circa un anno fa Justin Bieber venne accusato da una sua fan di aver concepito un figlio con lei dietro le quinte di uno spettacolo? Il bambino nel frattempo è nato, la fan è stata smentita e il suo fidanzato messo in galera. Del test del DNA di cui si era parlato, e che il cantante canadese si era dichiarato pronto a fare, non si parlò più.

Ecco che di nuovo viene puntato il dito contro Justin Bieber, con il sospetto rinnovato che possa essere il padre naturale del figlio di Mariah Yeater.

La sua fan, a cui pare sia dedicata una canzone dell’album “Believe”, questa volta, pare che non si sia immischiata affatto nella faccenda,

ma, colpo di scena, sarebbe stato il suo avvocato a rimescolare le carte e a tentare di distribuirle ai media.

Jeffrey Leving ha detto al New York Daily News: “Non ho visto i risultati del test del DNA e non li ho esaminati. Se ci sia un primo test, e non ho neanche la documentazione per dire che c’è, questo non è mi è stato fornito con i risultati. Non sono state soddisfatte le mie richieste di un test del DNA indipendente effettuato dal signor Bieber“.

Naturalmente nessuna risposta da parte di Justin Bieber alle nuove affermazioni folli dell’avvocato, e nemmeno alcun commento da parte della giovane mamma, Mariah Yeater. Una bolla di sapone, un rilancio di popolarità per Justin Bieber e per l’avvocato.