JUSTIN BIEBER INCORAGGIA I GIOVANI a spendere in modo responsabile, con la promozione di una carta di debito prepagataBillMyParents”.

Il cantante canadese sarà testimonial del marchio BillMyParents per un nuovo tipo di bamcomat, o meglio carta di debito prepagata, destinata agli adolescenti.

La filosofia e lo slogan con cui si propone BillMyParents è che la carta di debito ideata da loro, la SpendSmart MasterCard, è l’ultimo innovativo mezzo per il controllo delle spese dei ragazzi da parte dei genitori.

Justin Bieber è stato scelto da BillMyParents per arrivare al target giusto, che coincide con quello dei suoi fan, a cui il nuovo “re del pop” potrà rivolgersi con l’ausilio di strumenti e supporti adatti all’età: video e social network prima di tutto.

La partnership tra Bieber e BillMyParents porterà quindi alla realizzazione di una serie di video per promuovere una spesa responsabile tra gli adolescenti e per presentare i servizi esclusivi riservati ai titolari della carta.

Scegliere Justin Bieber è una mossa strategica visti i “numeri” del cantante. Bieber ha totalizzato oltre 3 miliardi di visualizzazioni su YouTube, oltre 48 milioni di fan su Facebook e più di 30 milioni di seguaci su Twitter.

Oltre al suo talento musicale, Justin Bieber è un artista intelligente, motivato e socialmente consapevole che lavora attivamente per avere un’influenza sociale positiva sulle decine di milioni di fan in tutto il mondo” ha dichiarato Mike McCoy, Presidente e CEO di BillMyParents. “La nostra missione è quella di aiutare le famiglie ad insegnare ai ragazzi abitudini di spesa responsabili. Combinando la nostra nuova carta di debito prepagata per teenager, i prodotti finanziari e il materiale didattico con la notorietà di Justin, siamo in grado di sostenere innumerevoli famiglie con ragazzi adolescenti perché pensino ad una spesa responsabile in modo nuovo e migliore“.

Justin Bieber, con tutti i soldi che guadagna e la vita che fa: auto di lusso, motociclette e viaggi da sogno, sarà un volto adatto a rappresentare la spesa oculata e responsabile? Vedremo come reagiranno i giovani americani.