IL MALORE DI JUSTIN BIEBER – Oscure le cause della crisi respiratoria che ha colpito Justin Bieber la sera di giovedì durante la sua esibizione a Londra, nell’ambito del Believe Tour. Il cantante canadese si è sentito male sul palco, difficoltà a respirare, vertigini, e dopo essersi rifugiato dietro le quinte, gli è stato somministrato dell’ossigeno. Ripresosi, lo spettacolo è proseguito. Alla fine del concerto Justin Bieber è stato ricoverato brevemente in ospedale per accertamenti, ma ha subito rassicurato i fan, “I migliori fan del mondo“, sulle sue condizioni di salute, con un messaggio su Twitter. La giovane star della musica pop ha anche postato una foto che lo ritrae a torso nudo (poteva essere altrimenti?!) nel letto d’ospedale spiegando che si sentiva molto meglio, grazie anche all’ascolto della musica di Janis Joplin. Il concerto di oggi, venerdì, andrà in scena come previsto. Lo assicura un portavoce dello O2 Arena.

Mentre Bieber eseguiva “Beauty and a Beat” ha cominciato a rallentare, si è portato la mano alla testa poi si è piegato su sé stesso appoggiando le mani sulle ginocchia, prima di avviarsi lentamente verso il fondo della scena. Video amatoriali del momento del concerto in cui Justin Bieber si sente male sono in circolazione sul web.

Ve ne proponiamo uno, tratto da YouTube, a fine articolo.

Il manager di Bieber, Scooter Braun, è apparso sul palco e ha detto alla folla che il cantante non riusciva a respirare, ma sarebbe tornato per finire lo spettacolo. Molti fan tra il pubblico hanno reagito piangendo, mentre altri continuavano a tifare per il suo ritorno sul palco. Riapparso sul palcoscenico, Bieber ha eseguito “Boyfriend” e “Baby“, ma in una versione sotto tono rispetto ai suoi standard, secondo le testimonianze del pubblico.

La star adolescente continuerà ad esibirsi, e sconosciute restano per ora le cause del malore. Il Believe Tour continuerà a Londra con la quarta e ultima data inglese, e poi in giro per il mondo: Portogallo, poi in tutta l’Europa, il Medio Oriente, il Sud Africa e il Nord America, fino ad agosto.

http://www.youtube.com/watch?v=Rxai8LOxw14