Interstellar di Christopher Nolan ha lo stesso valore del film “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick uscita nel 1968. Interstellar segna l’inizio di una nuova epoca per il cinema ma anche per la coscienza umana. C’era bisogno di un film come questo. Possiamo affermare con certezza che e’ arrivato nelle sale cinetografiche al momento giusto.

Interstellar e’ molto di piu’ di una pellicola di fantascienza. Esseri della quinta dimensione, concetti di fisica quantistica, salti spaziali attraverso buchi neri, buco nero teorico quali illogico, legge della gravita’, energia elettromagnetica, astronavi spaziali, ibernazione, mondi sconosciuti e molto piu’. Il tutto condito dall’amore e dal fatto che, fondamentalmente, l’essere umano e’ un eterno esploratore.

Una scena del film Interstellar con Matthew McConaughey (Cooper) e Anne Hathaway (Amelia Brand)

Il discepolo piu’ lontano di Kubrick introduce nel film Interstellar, molti nuovi ingredienti che il maestro la cui ultima parola della sua filmografia e’ stata “Fuck”, mai si era degnato di usare, ingredienti che non ci danno fastidio nel vederli in film come “Titanic” o “Le pagine della nostra vita”, pero’ che estrapolati nello spazio esterno ci danno molteplici messaggi sui quali costruire una nuova generazione di autori e registi.

Il tema di Interstellar e’ semplice e nello stesso tempo tremendamente complicato per coloro che vogliono fermarsi ad analizzare la superficie della pellicola di Nolan.

L’umanita’ e’ al limite del collasso. E’ impossibile coltivare alimenti. Gli esseri umani sono condannati all’estinzione. L’unica soluzione e’ inviare esplorazioni in viaggi spaziali alla ricerca di pianeti abitabili e cominciare una nuova generazione.

Pero’ se volete andare oltre e cercare qualcosa di piu’ significativo, il film offre molte possibilita’ per farlo. Dalla forza dell’amore di un padre per i suoi figli, all’importanza degli scienziati per la ricerca e il disarmo militare, gli esseri della quinta dimensione i quali mai in tutta la pellicola sono chiamati alieni (altro passo in avanti verso un nuovo livello di coscienza) come invece chi sostiene il contrario. E ancora, le azioni personali di un individuo che possono condannare o salvare l’umanita’, ma soprattutto la teoria della gravita’ quantistica. La cosa piu’ incredibile e’ che funziona come un orologio… un indizio utile per potervi invitare ad andare a vedere il film al cinema.

Ultimo consiglio su Interstellar. Non leggete le critiche negative sul film e appena avete l’occasione andate a vederlo senza farvi influenzare. Entrate al cinema con la mente aperta. Il film vi sorprendera’. E’ una pellicola che vi regalera’ un “salto quantico” verso l’evoluzione della vostra coscienza!