Un piccolo aereo si è schiantato mentre tentava di atterrare in una zona montuosa del Nepal, 14 i morti, delle 21 persone a bordo di cui 3 bambini, secondo la dichiarazione ufficiale di un funzionario dell’aviazione.

L’aereo della compagnia Agni Air stava atterrando all’aeroporto di Jomsom, una cittadina turistica molto popolare del Nepal centrale, quando si è schiantato. Lo ha riferito Purusottam Shakya, vice direttore delle operazioni dei servizi di traffico aereo a Kathmandu.

A bordo dell’aereo tre membri dell’equipaggio e 18 passeggeri, la maggior parte dei quali sembra fossero indiani. Un portavoce per l’ambasciata indiana a Kathmandu ha dichiarato che 13 dei 16 indiani a bordo dell’aereo sono morti.

I sette sopravvissuti allo schianto, sono stati trasportato alla città di Pokhara, circa 200 chilometri a ovest di Kathmandu.

Resta l’incognita, per ora, della nazionalità di una delle vittime e di uno dei feriti.

A Jomsom si trova l’ingresso del Muktinath Temple, chiamato dagli indù “Mukti Kshetra”, che significa letteralmente “luogo della salvezza”. Si tratta di una meta di pellegrinaggio molto importante per gli indù del Nepal e dell’India. Il tempio dista circa sei ore dall’aeroporto di Jomsom.

Le cause e la dinamica dell’incidente non sono ancora state accertate.