INCIDENTE SULLA PISTA – Daytona Beach, Florida, incidente tra le auto del pilota italiano Matteo Malucelli e quella di Memo Gidley. Entrambi i piloti sono stati ricoverati all’Halifax Health Medical Center.
Sono svegli, coscienti, ma la prognosi è riservata per l’esigenza di compiere ulteriori accertamenti“, è stato il primo bollettino medico sulle condizioni di salute di Malucelli e Gildey, mentre si attendono aggiornamenti per capire se i piloti coinvolti nell’incidente abbiano subito o meno traumi importanti.

Rolex 24 at Daytona, conosciuta anche come 24 Ore di Daytona, corsa di resistenza per vetture sport-prototipo e Gran Turismo. La pista è stata protagonista sabato 25 gennaio 2014 di un incidente, spettacolare ma pare senza conseguenze tragiche. La scena si è svolta così rapidamente che gli spettatori presenti hanno fatto fatica a capire cosa fosse successo.

Da una prima ricostruzione della dinamica dell’incidente pare che Gidley fosse appena uscito dal ferro di cavallo est e stesse in fase di accelerazione per un sorpasso, ignaro che la Ferrari F458 guidata da Malucelli occupasse la corsia; in fase di rallentamento forse per problemi al motore, e in attesa di essere comunque ritirata dalla pista. Olivier Beretta, compagno di squadra di Malucelli con Bruni e Fisichella, ha visionato un replay video dell’incidente e ha ipotizzato che il bagliore del sole al tramonto possa aver giocato un ruolo nell’accaduto. Lo schianto è stato fortissimo, le auto sono andate distrutte.

Dopo un arresto della competizione, sospesa per di più di un’ora per le operazioni di soccorso e la pulizia della pista, la gara è proseguita.