IL PAPA DOTTORE E FARMACISTA – Cura il malessere del credente, con la “Miserikordyna”, principio attivo “Misericordium“, la Fede e la Preghiera, nessuna controindicazione. 20 mila scatolette simili a quelle di una medicina, distribuite oggi, domenica 17 novembre 2013, ai fedeli in Piazza San Pietro, dopo l’Angelus. Dentro la scatoletta c’è un rosario.

La Miserikordyna ha anche il suo bugiardino, cioè il foglietto illustrativo con le indicazioni e le istruzioni per l’uso corretto della medicina spirituale, redatte in più lingue: italiano, inglese, polacco e spagnolo, all’interno della scatola di “Misericordina – 59 grani per il cuore”, i 50 grani + 9, tanti sono i grani del

Rosario. Posologia, precauzioni per l’uso, forme di somministrazione e consigli.

Ha detto il Papa presentando la scatolina: “Non dimenticatevi di prenderla, perché fa bene al cuore, all’anima, a tutta la Vita“.

L’idea della “Misericordina” non è del Papa, ma ben si adatta al suo carattere, tant’è che l’ha approvata. In realtà l’iniziativa viene dai seminaristi polacchi devoti di santa Faustina Kowalska, la suora polacca che ha iniziato il culto della ‘Divina misericordia‘, e sono state realizzate con l’aiuto dell’elemosiniere pontificio, Konrad Karjevski.