Stanno veramente cambiando i poli della Terra? E’ questa la domanda e a preoccupazione che sta girando su Facebook e Twitter in queste settimane, unitamente alle funeste previsioni di alcuni “stregoni” sulla fine del mondo prevista per il 21 dicembre 2012, ampiamente smentita da NASA, ricercatori della cultura Maya e scienziati di vari livelli.

Non vogliamo certo essere noi a sentenziare cosa sia giusto o sbagliato relativamente allo spostamento dei poli magnetici del nostro pianeta. Per certo sappiamo che il campo magnetico della Terra è generato dal flusso di ferro fuso nel centro del nostro pianeta che si muove attorno ad un altro nucleo feroso solido. Questo movimento genera una sorta di “dinamo“.

Attualmente, il nord magnetico si incontra vicino l’Isola di Ellesmere, detta anche Terra di Ellesmere, nel territorio canadese di Nunavut, la più settentrionale delle isole artiche canadesi. Però non per molto tempo ancora…

Il Polo Nord magnetico terrestre si è mosso molto poco dai primi rilevamenti eseguiti da alcuni scienziati nel 1831.

Solamente nel 1904 il centro ha cominciato a muoversi ad un ritmo costante di circa 15 km all’anno.

Nel 1989 ha accelerato nuovamente il suo spostamento e nel 2007 gli scienziati hanno confermato che il polo nord magnetico si sta muovendo verso la regione della Siberia ad una velocità di 55-60 km all’anno. 60 km all’anno sembra essere una valore abbastanza grande perchè non possa attirare l’attenzione di media e scienza, anche perchè sembrerebbe che questo “cambio” continua ad accelerare.

Gli scienziati hanno già comprovato che nel corso della storia del nostro pianeta il cambio magnetico dei due poli è già avvenuto svariate volte, come spiegato nel video sottostante che vi proponiamo. Ma ci interessa sapere anche: cosa ne pensano i nostri lettori a riguardo?