Hackerato da AnonPlus il sito di Matteo Salvini della Lega e su Facebook

L’ormai noto gruppo hacker di AnonPlus ha violato anche il sito di Matteo Salvini www.salvinipremier.it. Al momento il sito restituisce un errore 404 per non trovare il file index. Ne da notizia lo stesso gruppo hacker su Twitter.

Come da loro dichiarato da sempre “AnonPlus non è affiliato a nessun movimento politico. Non è schierato politicamente e cosa più importante non è affiliata a Anonymous Italia“.

Il 7 febbraio sul loro account in Twitter il gruppo aveva scritto “carissimi politici italiani, non gioite delle disgrazie altrui. Il prossimo giro sarà per voi. Che tu sia di destra di sinistra di centro del nord o del sud. Tutta la politica ha distrutto l’Italia e tutti meritate l’esilio per alto tradimento al popolo italiano“.

A quanto sembra a seguito dell’incursione al sito è stato sottratto anche il contenuto delle chat di Telegram del segretario leghista. Una “prima tranche del database”, sarebbe stata pubblicata sull’account Twitter del gruppo di hacker: “Comunicazione di servizio caro @matteosalvinimi #staisereno. Tutti i databases sono stati prelevati ed a breve verranno diffusi in rete. Non c’era bisogno di cancellare tutto. ^__^ #AnonPlus”.

In un recente tweet il gruppo ha scritto: “prima trance del db scaricato, non sono stati filtrati o controllati. A voi l’onere e l’onore di farlo. Nei prox giorni rilasceremo pubblicamente l’intero database”.

Sul sito web del segretario della Lega Matteo Salvini, in corsa per le elezioni politiche di marzo con la coalizione di Centro Destra sono prima apparse le parole “AnonPlus combatte i soprusi, le iniquità, le corruzioni“, poi l’index è sparito per evidente intervento in

extremis dell’amministratore del sito. Intervento poi celebrato da AnonPlus che su Twitter ha twittato:

Qualche ora prima era stato hackerato anche l’account di Facebook di Matteo Salvini.