INCONTRO MANCATO TRA BERLUSCONI E GRILLO. Ne parla il nuovo libro in uscita “Repubblica Atto Terzo”, di Angelo Polimeno, giornalista del TG 1.

La frase di Berlusconi: “Quel Grillo piace, dovremmo essere come lui“, che riportarono i media e che fornì al quotidiano la Repubblica lo spunto per scrivere che Berlusconi ammirasse e traesse ispirazione da Grillo, ebbe un seguito, pare.

Grillo e Berlusconi non si incontrarono, malgrado l’idea dell’ex presidente venisse riferita all’autore di Striscia la Notizia e conterraneo di Beppe Grillo, Antonio Ricci, con l’incarico di organizzare l’incontro. Sempre secondo quanto scritto su questo secondo libro di Polimeno.

Il libro “Repubblica Atto Terzo”, edito da Mursia ed in uscita a novembre 2012, dal sottotitolo “Le ragioni di un fallimento ventennale e l’inizio di una svolta.

con testimonianze e rivelazioni di Massimo D’Alema e Gianfranco Fini” riporta anche una testimonianza, senza fare il nome del ministro dell’ultimo governo che ne sarebbe l’autore: “È vero. Silvio ne ha parlato anche a me. Ma poi, non so per quali ragioni, lui e Grillo non si sono visti”.

Le tracce della notizia delle intenzioni di Berlusconi di incontrare il fondatore del Movimento 5 Stelle, nella stampa, da più fonti: ad agosto sul sito Dagospia l’indiscrezione, che Ricci smentì.

Di fatto, l’incontro tra il Cavaliere e il leader del M5S non si verificò, ma una notizia come questa potrebbe aiutare a far luce sul significato di due fenomeni contemporanei della politica italiana. Le analogie tra Berlusconi e Grillo sono supposizioni che già da tempo circolano sul web e nei media.