GOOGLE – Si pensava a enormi data center, o a centri espositivi e commerciali per i Google Glass. Ma ora da Google la soluzione del mistero: i contaneir marittimi assemblati sulle chiatte, costituiscono dei centri di diffusione per il pubblico delle nuove tecnologie Google.

L’annuncio segue la febbrile speculazione dei media nel corso degli ultimi quindici giorni circa i piani della società relativi alle due chiatte galleggianti.

Gli ispettori governativi hanno firmato accordi di riservatezza riguardo all’edificio galleggiante su quattro livelli apparso nella baia di San Francisco e su un’altra struttura simile ormeggiata a Portland, nel Maine.

Era parso chiaro che fossero di proprietà Google, ma la destinazione di utilizzo delle chiatte continuava ad essere avvolta dal mistero.

Quindi, annullate le due ipotesi: né enormi centri di raccolta dati in acque internazionali, né negozi per la vendita degli occhiali a realtà aumentata Google Glass.

Anche se è ancora presto per una risposta definitiva e le cose possono cambiare, per stessa ammissione dei responsabili dell’azienda, la versione ufficiale è che Google Inc. stia valutando l’idea di utilizzo dei barconi come spazio interattivo in cui le persone possono entrare in contatto e conoscere le nuove tecnologie dell’azienda.