Google sospende le vendite pubblicitarie in Russia

Google ha deciso giovedì di sospendere le vendite pubblicitarie in Russia in vista dell’operazione militare di Mosca in Ucraina. Nella dichiarazione diffusa da Reuters si legge: “Alla luce delle circostanze straordinarie, stiamo mettendo in pausa gli annunci di Google in Russia. La situazione si sta evolvendo rapidamente e continueremo a condividere gli aggiornamenti quando appropriato”. La misura riguarda il motore di ricerca di Google, gli annunci che compaiono su YouTube e i partner editoriali di terze parti.

La decisione di sospendere la pubblicità arriva dopo che il Servizio federale russo per la supervisione delle telecomunicazioni, delle tecnologie dell’informazione e dei mass media (Roskomnadzor) ha inviato giovedì una lettera alla società, chiedendo di fermare la diffusione di “materiale falso di carattere

politico” sull’operazione dell’esercito russo.

“Questi annunci vengono mostrati agli utenti russi del sito di hosting di video YouTube e contengono informazioni errate volte a distorcere la percezione degli eventi attuali da parte del pubblico russo di Internet e creare sentimenti di protesta”, ha affermato l’agenzia statale.

All’inizio di questa settimana Google ha immediatamente bloccato i canali YouTube di RT e Sputnik in tutta Europa dopo aver vietato la monetizzazione di RT e di altri canali russi finanziati dallo stato. A parte queste restrizioni, il gigante della tecnologia ha vietato a tali punti vendita di utilizzare la sua tecnologia pubblicitaria, tra le altre misure.