Super Pippo Inzaghi sta portando il Brescia in Serie A

Brescia primo in classifica a 51 punti,  avanti a Lecce e Cremonese, Benevento e Pisa. Su 27 partite 14 vittorie, 9 pareggi e sole 4 sconfitte. Eppure, lo scorso 6 febbraio un pareggio in Calabria contro il Cosenza stava per costare la panchina a super Pippo, che nel giro di due giorni si è trovato senza lavoro, cacciato dal patron Cellino, per poi riappropriarsi del suo ruolo da ct in quanto una clausola del suo contratto non ne permette l’esonero se il Brescia si trova nelle prime 8 posizioni. E altroché se ci si trova!

La carriera di allenatore di Inzaghi inizia nella stagione 2012-13 con gli Allievi Nazionali rossoneri. Passa ad allenare la Primavera e nella stagione 2014 la prima squadra, da cui viene però esonerato a fine stagione per non aver raggiunto l’obiettivo di almeno una competizione europea. Nella stagione 2016-2017 accompagna alla vittoria del campionato di Lega Pro il Venezia che approda in Serie B e l’anno seguente raggiunge i play-off ma viene sconfitta in semifinale contro il Palermo e non riesce ad arrivare in Serie A. Inzaghi ci arriva però nella panchina del Bologna a giugno 2018 ma già a gennaio 2019 viene esonerato a seguito di una sconfitta per 4-0 contro il Frosinone.
Torna quindi in Serie B sulla panchina del Benevento con cui vince il campionato con sette giornate di anticipo con un distacco di 18 punti sulla seconda classificata, il Crotone.

La stagione seguente però il Benevento dopo un girone d’andata abbastanza positivo, non regge e retrocede in Serie B prima dell’ultima giornata.

Inzaghi è nominato nuovo ct del Brescia il 9 giugno 2021 con l’obiettivo di riportare la squadra nella massima divisione in cui era stato promosso nella stagione 2018-2019 ma subito retrocesso la stagione successiva. Dal 31 gennaio scorso il nuovo assetto del Brescia con la chiusura della finestra invernale di calciomercato vede in campo gli acquisti Sabelli e Bianchi dal Genoa mentre ha salutato definitivamente Mateju, Capoferri, Labojko e Ndoj. L’ultima partita disputata a casa del Como è terminata con un pareggio che ha lasciato l’amaro in bocca a super Pippo che pensava di portare a casa la vittoria che si sarebbe consumata se i suoi avessero sfruttato meglio i 31 cross della partita, già guarda con serenità al prossimo incontro.

“Il campionato è molto equilibrato”, le sue parole che sono l’esatta rappresentazione della situazione con 10 squadre tra 41 e 49 punti. Le scommesse vincente Serie B impazzano e forse il Brescia non è tra le prime favorite dei bookmakers che preferiscono il Lecce (1.60), la Cremonese (2.00), il Monza 2.25 e solamente 12 partite da giocare tra cui anche scontri importanti proprio con il Lecce (12/03) ed il Monza (18/04).