LITE TRA MOGLIE E MARITO A GENOVA – Epilogo tragico per un rapporto di coppia problematico. Gli inquirenti indagano per capire i perché del duplice folle gesto: la moglie che infierisce sul marito con un coltello, il marito che arriva a strangolarla a mani nude. Lei, 67 anni, casalinga, era stata ricoverata in gravissime condizioni al pronto soccorso dell’ospedale San Martino di Genova dove è deceduta. Lui, 68 anni, elettricista ora pensionato, è ricoverato all’ospedale Galliera per ferite lievi all’addome e alla mano e piantonato, in stato di fermo per omicidio.

Nella casa di via Staiato, quartiere di Apparizione, nel levante di Genova, Luciana Morosi e Enrico Sciaccaluga erano arrivati all’ennesima lite, pare per un prelievo di denaro effettuato dal marito, 10 mila euro, prelevati di nascosto, dal loro conto comune in banca.

Una somma e un gesto per i quali la moglie avrebbe voluto spiegazioni, ricostruiscono i carabinieri della sezione omicidi del nucleo operativo, basandosi anche sulle testimonianze dei figli della coppia e dei vicini di casa che confermano come i litigi tra i coniugi fossero frequenti. Proprio una vicina, accorsa alle grida intorno alle ore 22:00 di domenica, ha dato l’allarme ai carabinieri. L’uomo sostiene di essere stato aggredito dalla moglie e di essersi solo difeso, l’autopsia sul corpo della donna, prevista per le prossime ore, aiuterà a far luce sull’accaduto e la dinamica dei fatti.