Tre dipendenti dell’impresa di pompe funebri Pinier, società assunta per offrire i servizi funebri al defunto Diego Armando Maradona, scomparso questo mercoledì 25 novembre all’età di 60 anni, si sono scattati alcune foto selfie con il corpo della star del calcio quando si trovava nella bara. Tutte e tre le persone coinvolte sono già state licenziate.

Il giornalista argentino Diego Poggi ha denunciato questo fatto e ha condiviso le immagini sul suo account Twitter, effettuando il taglio in modo che si potessero vedere solo i volti dei dipendenti. Le critiche contro questi lavoratori sono immediatamente piovute sui social.

Le foto del corpo di Diego Maradona nella bara sono diventate virali

Critiche sono arrivate anche per la diffusione dell’immagine: “È un peccato che le foto del corpo di Diego Maradona diventino virali. Mancanza di rispetto e morale da parte degli addetti alle pompe funebri e morbosità di chi diffonde quel contenuto”.

Secondo il portale “Primicias Ya”, i tre dipendenti coinvolti in questo imbarazzante fatto sono stati licenziati dall’impresa di pompe funebri. Inoltre, i rappresentanti dell’azienda hanno contattato i parenti di Maradona per porgere le loro scuse e riferire sui licenziamenti.

Da parte sua, Matías Morla, l’avvocato che rappresenta Maradona, ha detto che si sarebbe fatto personalmente incarico di “trovare il mascalzone che ha scattato quella fotografia”.

“Pagheranno tutti i responsabili di un simile atto di viltà”, ha aggiunto nel suo messaggio, e poi, con un altro tweet, fa notare che uno dei coinvolti è già stato identificato.