Le scosse più recenti nel nord della Grecia continentale e nei pressi della costa Ovest della Turchia, nel Golfo di Smirne. Continuano i terremoti a far tremare la zona di Smirne e del distretto di Foça, mentre in mattinata è stata interessata da due scosse di intensità media ma di epicentro localizzato a soli 10 chilometri di profondità anche la Grecia, nell’area di Salonicco.

Intensità di 4,3 gradi sulla scala Richter per il terremoto più recente, registrato in Turchia, alle ore 09:40:02 locali, un ora in meno per l’Italia, a causa del diverso fuso orario. Epicentro a 54 chilometri da Smirne, con profondità di soli 2 chilometri. Vi ha fatto seguito una seconda scossa di 3,5 Richter e epicentro leggermente più profondo, poco più di 8 minuti dopo.

2 scosse di terremoto, di intensità pari a 3,6 e 3,5 Richter, hanno fatto tremare la Grecia, alle ore 09:13:17 e 09:23:28 rispettivamente, con epicentro individuato a 85 chilometri ad Est di Salonicco.

Per fortuna non si registrano danni a cose o persone, anche se tutti i sismi sono stati avvertiti distintamente dalla popolazione.

Numerosi eventi sismici erano stati registrati anche nella giornata di ieri, nella zona del Golfo di Smirne, ma le autorità invitano alla calma, e confermano che nessun danno è stato riportato.