Fine Calendario Maya: la grande bufala con un Doodle il 21 dicembre 2012

FINE CALENDARIO MAYA – E finalmente siamo giunti al 21 dicembre 2012 con Google che festeggia la Fine del Calendario Maya con un bel doodle statico, uno scarabocchio realizzato come un antico reperto archeologico della Penisola dello Yucatan in Messico, regno dei Maya.

In questi giorni si sono scatenati un po’ tutti in internet sulla profezia descritta con la fine del Calendario Maya, ipotizzando una irreale fine del mondo, una pioggia di meteoriti, l’arrivo di un terremoto apocalittico con conseguente tsunami, l’avvicinarsi del pianeta Nibiru, l’inversione dei poli magnetici della Terra,

l’allineamento planetario di tutti i pianeti del sistema solare, il super riscaldamento della Terra fino alla rivelazione degli extraterrestri con i loro UFO (o OVNI come vengono denominati in spagnolo).

In modo scherzoso c’è persino chi ipotizzava un ballo flashmob sempre degli alieni nello stile GanGnam Style. oppure la riapertura del tunnel tra Taj Mahal e Machu Picchu, con un gran brindisi finale alla mezzanotte tra il 21 dicembre 2012 e il 22 dicembre 2012. Niente di tutto ciò. L’unica cosa certa è il doodle che celebra la fine di una parte del Calendario Maya.