FINE CALENDARIO MAYA DOODLE – Messico al centro del mondo anche grazie al doodle di Google che festeggia la fine del Calendario Maya.

Il motore di ricerca in Messico però, usa una chiave di ricerca più dettagliata rispetto a quella usata in Italia “Fine Calendario Maya“, e cioè “Fin del 13er Baktún de los Mayas” che significa la fine del 13esimo Baktun dei Maya.

Ora la domanda sporge spontanea: cos’è il 13esimo Baktun dei Maya? Secondo i Maya con il solstizio d’inverno di oggi, 21 dicembre 2012, termina la quarta era della creazione dell’uomo del mais, proprio come il Doodle di Google spiega attraverso i simboli Maya che rappresentano la fine del 13esimo Baktún dei Maya.

I Maya sono stati grandi matematici e astronomi capaci di calcolare i cicli della Luna e del Sole, arrivando a calcolare che ogni anno ha 18 mesi con 20 giorni. Questo sistema chiamato “Sistema de Cuenta Larga” contiene altre unità di misura denominate Katún che equivalgono a 20 anni del nostro calendario e il Baktún che corrisponde a un ciclo di 394 anni dei nostri.

L’importanza di arrivare alla fine del 13esimo Baktún è che, contrariamente a quanto succede con il nostro calendario, non esiste un 14esimo Baktún nel calendario Maya, ma bensì si ricomincia da zero.

Per i Maya il 21 dicembre 2012 rappresenta una data molto importante nel Calendario Maya: significa il momento della rinascita naturale della Madre Terra e rappresenta l’arrivo di una nuova era, l’era del Sesto Sole.