LASAGNE FINDUS IN GRAN BRETAGNA – Ritirate dalla vendita le scatole di lasagne Findus, dopo la scoperta che la carne contenuta non era carne di manzo, come scritto sulla confezione, ma carne di cavallo. Carne equina al posto della bovina, all’insaputa dei consumatori.

La Food Standards Agency definisce la situazione “spaventosa” e la contaminazione non frutto di uno sbaglio ma di un atto criminale. Ha ordinato inoltre a tutte le aziende britanniche di testare i loro prodotti che contengono carne bovina, dopo l’analisi delle confezioni di lasagne Findus che ha fatto scoprire come fino al 100% della carne contenuta nelle lasagne provenisse dalla macellazione di cavalli.

La FSA ha testato 18 prodotti con derivati di carne bovina della Findus e ha trovato che 11 prodotti contenevano dal 60% al 100 % di carne equina. Fatto particolarmente increscioso per la Gran Bretagna, paese in cui il consumo di carne di cavallo è un vero e proprio tabù.

Findus ha iniziato a ritirare dai punti vendita del Regno Unito le lasagne nelle confezioni da 320g, 360g e 500g da domenica, dopo che la Comigel, società francese che produce le lasagne per conto del marchio Findus, ha avvertito che il prodotto alimentare non era “conforme alle specifiche”.

Tuttavia, Findus aveva inizialmente evitato di ammettere che il problema era legato alla presenza nelle lasagne di carne di cavallo. Sulla base delle analisi di Comigel, la Tesco e la catena di supermercati discount Aldì hanno eliminato dal reparto surgelati gli spaghetti alla bolognese e le lasagne di manzo all’inizio della settimana, in attesa di effettuare i loro propri test. La FSA ha infatti chiesto alle aziende alimentari di effettuare esami di autenticità su tutti i prodotti di origine bovina: come hamburger, polpette e sughi di carne, e fornire i risultati alla FSA stessa. Inoltre l’agenzia per il controllo degli alimeti ha diffuso un comunicato in cui si fa presente ai consumatori che chi ha acquistato uno dei prodotti Findus incriminati non deve consumarlo, ma restituirlo al negozio dove è stato acquistato.

I rischi per la salute dei consumatori britannici sarebbero comunque legati esclusivamente alla presenza, per ora non rintracciata, nella carne di un medicinale che viene usato nella cura degli esemplari equini: il fenilbutazone, un antinfiammatorio vietato per animali che entrino nella catena alimentare. Dalle autorità britanniche arriva però un avvertimento: le mense di scuole, ospedali e carceri, il settore pubblico di ristorazione, le persone che possono avere questi prodotti nel congelatore da tempo, non hanno ricevuto indicazioni su come comportarsi.

Un portavoce di Findus UK si è scusato con la gente dicendo: “Siamo consapevoli che si tratta di un argomento molto delicato per i consumatori e vorremmo rassicurarvi: abbiamo agito subito. Non crediamo che si tratti di un problema di sicurezza alimentare. Siamo fiduciosi di aver completamente risolto questo problema legato alla fornitura. Lasagne di manzo pienamente a norma saranno nei negozi presto“.

Migliaia di Hamburger e confezioni di prodotti contenenti, almeno in teoria, carne bovina, sono stati ritirati dalla vendita nell’ultimo mese anche in Irlanda; da quando l’Autorità per la sicurezza alimentare dell’Irlanda ha scoperto che gli hamburger a basso costo forniti ai supermercati contenevano carne equina. Le autorità irlandesi stanno indagando per frode criminale nella catena di fornitura la più grande azienda fornitrice di carne di manzo d’Irlanda, la ABP Food Group, il principale esportatore di carni bovine in Europa. (Fonte: The Guardian.co.uk)