Festival di Sanremo 2022: Com'è andata la prima serata.

Al via ieri sera il Festival di Sanremo, il festival della musica italiana da cui uscirà il rappresentante di Eurovision: verrà scelto alla fine di una settimana di musica con le esibizioni di 25 artisti. Ieri sera c’è stata la premiere di Ana Mena e la fortuna non è stata con lei.

29 gennaio 1951, il Salone delle Feste del Casinò di Sanremo, tre artisti, tre giorni e 20 canti. Era il primo Festival di Sanremo, ma non aveva niente a che vedere con quello che è adesso. Quindi, quei tre artisti -Nilla Pizzi, Achille Togliani e Duo Fasano- salivano sul palco tutte le sere per eseguire quei 20 brani mentre gli ospiti si godevano un drink. Tutto molto cafè-chantant. Il pubblico votava per la sua canzone preferita, non per l’artista. Quel primo festival fu vinto da Grazie del fiori (Nilla Pizzi). Niente era più come prima. Nasce il festival della musica italiana.

A 71 anni da quel 29 gennaio del 1951, l’Italia ospita nuovamente, come ogni anno, il Festival di Sanremo. Un’intera settimana in cui 25 artisti si esibiscono sul palco del Teatro dell’Ariston con un unico obiettivo: essere i più votati e rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest. Ogni febbraio il paese si immerge in una settimana di musica con questo festival che riunisce giovani promesse e vecchie glorie in lunghe serate in cui tutto può succedere, da omaggi, sorprese e, ovviamente, polemiche. In effetti, sai a che ora inizia il festival, ma mai a che ora finisce.

Com’è andata la prima serata del Festival di Sanremo 2022

Ieri sera, nella prima serata di Sanremo 2022, ci sono stati due netti vincitori e un grande perdente. Maneskin, i vincitori di Eurovision 2021 con i loro Zitti e Buoni, sono saliti di nuovo sul palco dell’Ariston, hanno eseguito il loro Parla, la gente purtroppo parla / Non sa di che cosa parla e hanno pianto non solo il pubblico ma anche il loro stesso cantante, Damiano, che nella seconda esibizione della serata, dove si sono esibiti con Coraline, non è riuscito a trattenersi e ha finito per piangere per l’emozione per quello che questa canzone significa per il gruppo.

La canzone è basata su una storia vera ed è stata composta dai quattro membri del gruppo. Come è stata descritta, “Coraline è Victoria, che soffre di ansia. Coraline è Damiano, che soffre di disturbi alimentari da quando aveva 16 anni. Coraline è Ethan, che soffre di disturbo dissociativo. Coraline è Thomas, che soffre di insonnia”. Devi solo ascoltare.

Amadeus e Fiorello, la coppia vincente

Un’orchestra dal vivo, musica dal vivo, omaggi a Battiato, l’umorismo speciale dei suoi presentatori, Amadeus, direttore artistico, e il comico Fiorello, personalità e grandi figure della vita italiana, ma soprattutto la passione per la musica, per la musica italiana.

Ana Mena, la meno votata della serata

Ma anche con la rappresentanza spagnola. Nella categoria principale del concorso, ieri sera si è esibita la spagnola Ana Mena, nota nel Paese per i suoi ‘tormentoni’ e che ha debuttato a Sanremo con il suo brano Duecentomila ore, brano dalle arie latine che non ha finito di convincere il pubblico. Ana Mena è stata l’ultima ad essere votata ieri sera. Problemi sonori, una messa in scena sobria rispetto a quella del resto dei partecipanti, con Ana Mena sola sul palco, senza alcun artificio e tutto dipende da lei, l’hanno portata ad essere la meno votata della serata.

Blanco e Mahmood in testa alla classifica dopo la prima notte (Video)

Ana Mena è stata più che brava, molto pin up e rossa Disney, e non si può togliere quello che è di Cesare: era la prima volta in sette anni che una straniera gareggiava dopo la belga-canadese Lara Fabian nel 2015. Tuttavia, per quanto traguardo l’accompagnasse, era impossibile lottare contro la categoria di brani come quella del duo Blanco e Mahmood, vincitore del festival nel 2019 e secondo all’Eurovision lo stesso anno, e il loro Brividi (Chill).

Naturalmente non c’era titolo migliore per l’impressionante performance di questi due artisti. Non solo la composizione, la melodia, i testi, ma anche la forza che sprigionavano sul palco e la cura di ogni dettaglio, di ogni gesto, sono stati motivi più che sufficienti per essere i due più votati alla prima di il Festival di Sanremo 2022.

Achille Lauro al debutto

E come potrebbe essere altrimenti, non c’è Festival di Sanremo che non sia accompagnato da polemiche. Questa volta è stata la volta di un battesimo. Il battesimo dal vivo e sul palco del cantante romano Achille Lauro, che ha concluso il suo brano Domenica -tra l’altro molto simile alla sua Rolls Royce- facendosi battezzare. O le comiche dei presentatori agli antivaccini. “È il vaccino, è il microchip, sono i poteri forti. Non sono io, è grafene”, ha assicurato Fiorello afferrandolo per un braccio e provocando le risate del pubblico. Oppure Ornella Muti che confessa di non farsi le canne in camerino.

Gianni Morandi o Massimo Ranieri, il ritorno dei classici

Ma non poteva mancare nemmeno il ritorno dei classici per mano di Gianni Morandi o Massimo Ranieri, che ha abbassato (di molto) l’euforia che si era sedimentata in festival con le precedenti esibizioni. Perché c’era anche un tennista professionista, Matteo Berrettini, il dio italo-monegasco come lo chiama oggi la stampa italiana. Era un ospite, ma ha quasi catturato più riflettori di alcuni degli artisti che sono saliti sul palco. Si è intrufolato anche Nadal nella prima serata di Sanremo 2022. Quell’umorismo così tipico del festival.

È stato quando Berrenttini è salito sul palco che i presentatori gli hanno ricordato la sua eliminazione per mano di Nadal agli Australian Open. Fiorello non ha esitato a imitare le grida di sforzo di entrambi i tennisti al servizio. È stato il comico a imitare le grida di Nadal e a far ridere il pubblico.

E per dirla tutta e seguita da questa prima notte di musica italiana, è bello ascoltare Ciao, Ciao di Cristina D’Avena, molto Raffaella Carrá, molto sull’alzarsi dalla poltrona e sballarsi, molto Eurovision, molto italiano. Insomma, musica e divertimento, tanto divertimento, e pensare che il Festival è appena iniziato…