VENDITA ONLINE DI FARMACI, anche senza ricetta: l’Antitrust oscura due siti-negozi in internet, in lingua italiana, che permettevano di acquistare prodotti farmaceutici in Rete.

Dai due siti gli utenti potevano ordinare i farmaci senza la ricetta medica, anche laddove la prescrizione sarebbe stata obbligatoria per legge.

Ora l’accesso ai due siti in italiano è bloccato su tutto il territorio nazionale, grazie alla segnalazione dell’AIFA (Agenzia italiana del farmaco) e dei carabinieri dei NAS, in collaborazione con il ministero della Salute e quello dello Sviluppo Economico, e all’azione pratica della Guardia di Finanza (Nucleo speciale tutela Mercati) che ha messo in atto la misura cautelare della chiusura, adottata dall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust o AGCM).

Inizialmente la segnalazione era partita per un solo sito, quello denominato viagra-cialis-levitra, con dominio “it”, che sfruttava nel nome le parole-chiave per la ricerca delle cosiddette “pillole dell’amore”.

Ma questo sito procedeva alla reindirizzazione al bestgenericdrugs.net, per il pagamento dei prodotti.

Il secondo dei siti di vendita online, che l’Autority ha fatto chiudere in quanto illegali, aveva in catalogo farmaci di vario tipo e integratori: Viagra, ma anche antidepressivi e farmaci anti-obesità. Prodotti farmaceutici ovviamente pericolosi se assunti senza controllo medico e al di fuori di situazioni di effettiva necessità.

La nota dell’Antitrust recita: “Nei due siti è offerta la possibilità di acquistare farmaci soggetti a prescrizione senza la necessaria ricetta medica, lasciando intendere, contrariamente al vero, non solo che la vendita online di farmaci sia lecita in Italia, ma anche che il controllo medico non sia necessario, mettendo così a rischio la salute dei consumatori“.