“MI PIACE” SU FACEBOOK – Dimmi cosa ti piace, e ti dirò chi sei. Attenzione, attraverso i “Mi piacesulla tua pagina Facebook, si può sapere molto di te.

Uno studio dell’Università di Cambridge basato sui “Mi piace” di 58 mila utenti di Facebook rivela che, attraverso le preferenza espresse sul social network, si possono individuare le opinioni politiche e l’orientamento sessuale, i gusti musicali e il livello culturale o il quoziente di intelligenza… e molto altro ancora sulla personalità di chi le esprime attraverso il tasto “Mi piace”. Per analizzare i dati ed elaborali statisticamente raggiungendo i risultati del gruppo di ricercatori diretti da Michal Kosinski, basta un semplice sofware, con un apposito modello di calcolo.

E se pare ovvio che il “Mi piace” alla pagina di un cantante chiarisce che si ha una preferenza per lui e presumibilmente per il suo genere musicale, sappiate che nel calcolo effettuato dai ricercatori rientrano anche le preferenze espresse per una frase, un video o un’immagine postati da un “amico”.

I dati raccolti trasversalmente attraverso i “Mi piace” su Facebook potrebbero essere utili per mirare le operazioni di marketing o svolgere indagini sociali, psicologiche e statistiche. Ma lo studio ha anche sollevato preoccupazioni per il fatto che attraverso i “Mi piace” è facile raccogliere dati relativi agli utenti senza aver ottenuto il loro permesso. Insomma, i “Mi piace” debbono essere affrontati con meno leggerezza.

Un’accortezza per gli utenti della piattaforma sociale: modificare le impostazioni di privacy sui loro apprezzamenti per mantenerli fuori dalla portata del pubblico della Rete social. Ora, sei pronto a fare il login su Facebook e “Mi piace” su questo articolo?!