SOLDI E PREMI CONTRO GLI HACKER – Non si tratta di una “taglia”, ma di una ricompensa in denaro offerta da Facebook e da Microsoft a chi è in grado di aiutare a rendere meno vulnerabili i software usati dal social network e dal gruppo informatico.

Un premio in denaro che probabilmente farà gola proprio agli stessi pirati informatici, stimolati però a rendere noto il “buco” scoperto e quindi ad aiutare a risolvere i problemi di sicurezza nei programmi.

L’idea è sponsorizzata da Facebook Inc. e Microsoft Corp. , con l’assistenza di un esperto di sicurezza di Google Inc., che ha contribuito a sviluppare il progetto e farà parte del team che valuterà le segnalazioni.

L’importo del premio sarà compreso tra 300 e 5000 dollari, a seconda della natura del problema trovato. I premi possono anche essere elevati, a discrezione di un comitato di revisione, che valuterà l’ampiezza della gamma di prodotti e il numero di utenti coinvolti dal bug.

I dettagli completi e le informazioni per iscriversi e prendere parte al progetto scovando i problemi nella sicurezza dei programmi sono consultabili sulla pagina web

dedicata, “The Internet Bug Bounty“, destinato a premiare gli hacker che collaborano, contribuendo ad un Internet più sicuro.

Le iscrizioni all’”Internet Bug Bounty” saranno valutate da una giuria di esperti provenienti da Facebook, Microsoft, Google, la società di consulenza per la sicurezza iSEC Partners e l’indipendente Etsy.

È pensato per i bug più gravi, che avrebbero conseguenze disastrose per Internet se dovessero finire nelle mani sbagliate“, ha detto la responsabile del settore Product Security di Facebook, Alex Rice. E precisa che, anche se i partner del progetto sono concorrenti, le squadre per la sicurezza in Rete debbono collaborare.