Facebook blocca le notizie in Australia

Facebook ha eseguito il suo ultimatum in relazione all’Australia. Gli utenti di quel paese non saranno in grado di visualizzare o condividere notizie nazionali e internazionali sulla piattaforma. Questa è una misura che interessa anche a livello internazionale, come spieghiamo in dettaglio di seguito.

Facebook impedisce agli utenti australiani di visualizzare e condividere notizie

Ricordiamo che l’Australia ha sviluppato una misura normativa che richiede alle piattaforme come Facebook e Google, che paghino i media per utilizzare le loro notizie. Un regolamento che è già stato approvato dalla Camera dei rappresentanti australiana, e che attende di passare al Senato per ufficializzare questo disegno di legge. Tuttavia, Facebook si è rifiutato di risolvere questo problema. E come annunciato nella sua ultima dichiarazione, è intervenuta in tal senso:

“Facebook limiterà agli editori e alle persone in Australia la condivisione o la visualizzazione di contenuti di notizie australiane e internazionali. La proposta di legge fondamentalmente interpreta male la relazione tra la nostra piattaforma e gli editori che la utilizzano per condividere i contenuti delle notizie”.

Quindi gli editori australiani non saranno in grado di condividere o pubblicare alcun tipo di contenuto sulle loro pagine Facebook. E come per il resto degli utenti australiani, segui la stessa restrizione, nel loro account Facebook non vedranno nessun tipo di notizia, sia nazionale che internazionale. E, naturalmente, non saranno in grado di condividere notizie o pagine di notizie.

Le notizie dall’Australia sono bandite da Facebook

Quindi per gli australiani è diventato un “Facebook senza notizie“.

E il resto del mondo? Gli utenti non potranno condividere le notizie dai media australiani. Infatti, se provi a condividere contenuti da un mezzo australiano, vedrai che Facebook genera un errore. E, naturalmente, non vedrai nemmeno notizie dall’Australia. In altre parole, le notizie dall’Australia sono bandite da Facebook, con tutto ciò che implica.

Facebook ha fornito una serie di ragioni alla base di questa decisione. Ad esempio, menziona che la situazione di Facebook è diversa da Google, poiché le notizie sono una parte importante delle dinamiche del motore di ricerca e vengono mostrate senza che gli editori intraprendano alcuna azione.

Ma continuando con l’argomento, menzionano che nel loro caso, sono gli editori a condividere le notizie su Facebook, come parte della loro strategia. E passando alla parte monetaria e ai vantaggi che Facebook ottiene:

L’anno scorso, Facebook ha generato circa 5,1 miliardi di referral gratuiti agli editori australiani per un valore stimato di AU $ 407 milioni. Per Facebook, il guadagno commerciale derivante dalle notizie è minimo. Le notizie rappresentano meno del 4% dei contenuti che le persone vedono nel tuo feed di notizie.

D’altra parte, il team di Facebook afferma che il resto delle funzioni della piattaforma non cambia per gli utenti australiani.