Trading online: le possibili strategie di investimento ai tempi del Coronavirus

La pandemia da coronavirus ha influenzato lo scenario economico ed ha portato a dei cambiamenti nel settore degli investimenti. Nonostante la generale crisi economica del 2020, le aziende di alcuni settori sono riuscite a registrare delle crescite imprevedibili, basti pensare alle azioni della Tesla che hanno ottenuto un +492% nel giro di dodici mesi.

Dall’inizio della pandemia ad oggi si è osservato un fenomeno interessante, caratterizzato da un aumento degli investitori interessati al trading. Grazie al trading molti risparmiatori si sono potuti avvicinare al mondo degli investimenti ed hanno potuto iniziare ad operare sui mercati anche partendo da piccoli capitali.

La crescita dell’interesse per gli investimenti ha portato alla valorizzazione di portali dedicati al settore finanziario. In particolare, visitando il sito sul Trading Online gli investitori potranno informarsi sulle migliori strategie di trading e potranno leggere delle guide dettagliate sugli indicatori di trading e delle recensioni sulle piattaforme online.

Trading online in periodo di Covid: alcuni suggerimenti

Per operare con il trading online in periodo di Covid potrebbe essere utile seguire alcuni suggerimenti ed adattare la propria strategia di investimento tenendo conto di questo particolare periodo dal punto di vista economico, sanitario e sociale. E’ innegabile che la pandemia ha stravolto gli equilibri economici della maggior parte dei paesi, danneggiando gran parte dei settori, ma offrendo al contempo delle opportunità di mercato inattese.

Chi sceglie di fare trading in questo periodo deve dunque informarsi sulle notizie di mercato, facendo attenzione ad analizzare i trend del futuro. Molti esperti del settore consigliano di differenziare il proprio portafoglio scegliendo sia delle operazioni a breve termine, sia delle operazioni a medio-lungo termine. In questo modo una parte del capitale sarà utilizzata per fare trading nel breve periodo, mentre una parte del capitale sarà impiegata per fare degli investimenti di medio-lungo periodo e per puntare su operazioni finanziarie con un rischio ridotto.

Il trading online dà la possibilità di investire operando con numerosi asset, dalle azioni alle materie prime. Ciò è una grande opportunità, perché anche il piccolo investitore può decidere di differenziare il portafoglio e di provare a generare dei profitti con diversi strumenti finanziari, introducendo nella propria

strategia anche degli asset che solitamente sono difficili da scambiare sul mercato.

In questo periodo di incertezza economica potrebbe essere vantaggioso investire su alcuni asset innovativi e che potrebbero dare grandi soddisfazioni finanziarie in futuro. Molti analisti consigliano di aggiungere al portafoglio le criptomonete, ricordando però che si tratta di asset con elevata volatilità e che dunque introducono una componente di rischio non indifferente alla strategia. Potenzialmente le criptovalute dovrebbero offrire dei ritorni di investimento difficilmente raggiungibili con altri asset, ma la loro volatilità potrebbe portare anche ad una riduzione del capitale in breve tempo.

Come fare trading online in questo periodo

Per fare trading online è sufficiente iscriversi ad una piattaforma di trading autorizzata, scegliendo tra i vari broker attivi in Italia con autorizzazione rilasciata dalla Consob. Mettendo a confronto le varie piattaforme non se ne può individuare una che sia la migliore per tutti gli investitori, il consiglio infatti è di prendere in esame le varie soluzioni, di leggere le recensioni online e le esperienze degli altri clienti per capire quale potrebbe essere la piattaforma più adeguata per le proprie esigenze.

Per scegliere la piattaforma più adatta vale la pena considerare gli asset con cui si può operare creando un conto di investimento. Tutte le piattaforme autorizzate in Italia hanno svariati asset disponibili, ma se si desidera aggiungere al proprio portafoglio degli asset particolari è bene informarsi della loro disponibilità prima di creare il conto di investimento ed inviare i documenti per la verifica dell’identità.