VIDEO PUBBLICITARI SU FACEBOOK – Molti inserzionisti avevano sperato che Facebook iniziasse a vendere gli spazi pubblicitari video in tempo per il periodo dello shopping natalizio, ma l’azienda ha ritardato il lancio dell’iniziativa temendo che questo nuovo tipo di annunci potesse essere sgradito agli utenti del social network.

Facebook ha iniziato a proporre la possibilità di annunci in video ai suoi inserzionisti circa un anno fa e nel mese di settembre ha cominciato a testare sul social i primi video autoplay. Subway, una delle aziende che ha iniziato a proporre un annuncio pubblicitario in video che gli utenti devono avviare manualmente ha rivelato che circa 88 milioni di persone hanno visualizzato l’annuncio e “milioni” di persone hanno cliccato su di esso.

Ora pare si sia giunti al momento fatidico, ma la domanda resta la stessa: quali saranno le reazioni degli utenti ai video pubblicitari?

Facebook ha annunciato il suo primo annuncio video, un teaser per il film sci-fi in uscita “Divergent”, la pellicola che dovrebbe uscire nelle sale americane il 21 marzo 2014 e che si propone come antagonista della celebrità di Twilight e Hunger Games.

Gli esperti di pubblicità e marketing ritengono che la scelta del trailer di un film come primo video pubblicitario su Facebook non è casuale, dal momento che i consumatori di solito sono più interessati a trailer di film che a video che pubblicizzano prodotti più banali come zuppe o carta igienica. Jordan Bitterman, un grande nome del settore pubblicitario, spiega: “Gli americani amano i film e quando si mostra il trailer di un film ci sarà sempre una parte del pubblico a cui piacerà veramente“.

Lo spot video dovrebbe apparire per la prima volta su Facebook giovedì 19 dicembre; il nuovo primo passo per il social network nel redditizio settore della pubblicità.

Le inserzioni video che appariranno nel news feed si avvieranno in autoplay sullo schermo del computer o dei dispositivi mobili, ma l’utente potrà attivarne la visualizzazione a tutto schermo e l’audio, se interessato all’argomento, oppure continuare lo scorrimento del pannello status ed eliminare il video dallo schermo. Nel caso si scelga la visione completa del video, possono essere mostrati altri video a tema in modo automatico; anche in questo caso si può scegliere di soffermarsi sul contenuto o eliminare il video dalla schermata passando oltre.

I video pubblicitari su Facebook, secondo quanto riferito dall’azienda, sono ancora in fase di test per un numero limitato di utenti dei quali verrà valutato il feedback.

In un sondaggio effettuato a novembre dalla società di consulenza di marketing Analytic Partners su 735 utenti Facebook, l’83% degli inetrvistati ha dichiarato che avrebbe trovato gli annunci video “invadenti” e molto probabilmente li avrebbe “ignorati”.

La pubblicità video su Facebook, anche quando ne verrà ampliata la diffusione per tutta la community, non sarà resa disponibile per tutti gli inserzionisti. Su questo tema l’azienda non ha rivelato ulteriori dettagli, come non ha specificato il costo di uno spazio pubblicitario di questo tipo sul social network, in grado di raggiungere, solo negli USA, 140 milioni di utenti di età compresa tra i 18 e i 54 anni, e che già nelle sue forme tradizionali può arrivare a costare agli inserzionisti 2 milioni di dollari al giorno.

La possibilità di fare pubblicità su Facebook con i video, almeno in questa prima fase, è riservata ai grandi marchi nei settori di largo consumo, come la musica e la cinematografia; anche perché Facebook attualmente consente agli inserzionisti di mirare la visualizzazione degli annunci in video in base al sesso e all’età degli utenti, ma non è prevista una selezione derivata dagli interessi e preferenze, come avviene per gli annunci tradizionali. Le grandi aziende acquirenti di spazi pubblicitari sui media suggeriscono che come inserzionisti sarebbero più interessati ad acquistare spazi per proporre i loro spot pubblicitari se Facebook permettesse loro di mettere a fuoco meglio il bersaglio in gruppi specifici di utenti.