Espositori da terra: trend di vendite positivo per i modelli in legno

Nell’ambito della promozione pubblicitaria, le attività commerciali sono sempre più orientate nella scelta degli espositori da terra: pratici, versatili ma anche resistenti, quelli più gettonati sono certamente realizzati in legno. Si tratta di un materiale che già solo a livello estetico offre molteplici possibilità, grazie alla sua colorazione naturale: in particolar modo, quello di betulla non avrebbe neanche bisogno di verniciatura, se non ci sono necessità particolari. Per questo motivo, i commercianti prediligono gli espositori da terra in legno, strumenti versatili e funzionali pensati per rafforzare la strategia comunicativa di un’azienda.

Caratteristiche dei modelli in legno

Un espositore in legno, quindi, è innanzitutto bello da vedere, rappresentando già di per sé un’attrattiva per il cliente. Se il materiale viene lasciato nel suo colore naturale e non è particolarmente trattato, può donare anche una sfumatura rustica che ben si adatta a determinate tipologie di merci. Al contrario, per le aziende che prediligano qualcosa di più moderno ci si può orientare su legni levigati e verniciati.

Di certo le caratteristiche fisiche di questo eccellente materiale rimarranno comunque le medesime: elasticità, robustezza e possibilità di assemblaggio con colle o chiodi ottimale, senza rischi di spaccature. A parte l’umidità eccessiva, il legno di ottima fattura non teme neanche dilatazioni o restringimenti tipici di alcune tipologie.

Gli espositori in legno da terra sono perfetti per ogni tipo di merce, da quella alimentare, con cui sono assolutamente compatibili, a quella tecnica, fino ad arrivare ai giocattoli.

Personalizzazioni nei modelli in legno

Proprio per le sue peculiarità, il legno si presta dunque ad essere personalizzato in molti modi diversi, a seconda delle singole necessità. Innanzitutto occorre decidere se è sufficiente un espositore mono-facciale o se, invece, sia più utile un bi-facciale o persino con tre o quattro lati da dedicare all’esposizione: va ricordato, in tal senso, che nonostante i problemi di robustezza in caso di pesi fino a 150 chili spesso non sussistano, va comunque prestata attenzione all’estetica in generale.

Se i prodotti da esporre sono piccoli una versione girevole su due o più lati è ideale, al contrario per oggetti più grandi sarebbe meglio orientarsi su un’unica facciata con ripiani ampi, così da ricreare anche un senso di ordine.

Anche la forma si può personalizzare ed esistono espositori in legno che magari hanno forme più arrotondante o che riprendono persino il tema stesso della merce che si sta esponendo, con sfumature artistiche anche di un certo pregio. Al contempo, i colori, le finiture e la grafica diventeranno altrettanto determinanti per completare il tutto con stile, ma senza esagerare onde evitare di distogliere l’attenzione dal prodotto principale, che va sempre valorizzato e sottolineato.

A livello pratico, poi, al posto degli scaffali possono richiedersi dei ganci per appendere oppure alloggiamenti diversi per l’oggettistica o le riviste, nonché piccole ruote atte a spostare l’espositore ogni volta che lo si desidera senza sforzo. Molto importante può essere anche lo spazio supplementare, di solito posto in basso, per riporre gli articoli con cui rifornire immediatamente l’espositore senza bisogno di andare fino in magazzino.

Come disporre degli espositori da terra in legno

A seconda delle dimensioni del negozio ma anche dell’espositore stesso, si può prevedere di disporne anche più di uno nella stessa area, avendo sempre cura di lasciare ai clienti spazio a sufficienza per muoversi e apprezzare la merce.

I modelli da terra, in particolare, si sviluppano soprattutto in altezza, ma in casi particolari anche in larghezza, quindi occorre bilanciare bene sempre la loro disposizione perché sia armoniosa rispetto al locale. In alcuni casi, possono essere affiancate anche versioni più piccole da banco.