Esiste una seconda piccola Luna da 3 anni.

Un astronomo del Catalina Sky Survey presso il Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona ha scoperto un intruso cosmico nell’orbita terrestre: una “miniluna”. Il piccolo asteroide, chiamato 2020 CD3, è stato scoperto dagli astronomi di Tucson, in Arizona, il 15 febbraio.

“Grandi notizie”, ha twittato il ricercatore Kacper Wierzchos. “La Terra ha temporaneamente catturato un nuovo oggetto / una possibile mini luna chiamata 2020 CD3. Nella notte del 15 febbraio, il mio compagno di squadra di Catalina Sky Survey, Teddy Pruyne, e io abbiamo trovato un oggetto di magnitudo 20″.

Wierzchos ha affermato che l’oggetto è largo da circa 6 piedi a 11 piedi e la sua orbita suggerisce che sia entrato nell’orbita terrestre circa tre anni fa.

Ha aggiunto che la scoperta è un “grosso problema” a causa di circa 1 milione di rocce spaziali conosciute, la “miniluna” è “solo il secondo asteroide noto per orbitare attorno alla Terra, dopo il 2006 RH120, che è stato anche questo scoperto dal Catalina Sky Survey”.

Martedì, l’intruso cosmico è stato ufficialmente elencato dal Center for Minor Planets of the International Astronomical Union.

Il centro, fondato nel 1947, raccoglie dati di osservazione su asteroidi, comete e altri satelliti naturali nel sistema solare.

Nella sua designazione ufficiale, la IAU ha affermato che le osservazioni “indicano che questo oggetto è temporaneamente attaccato alla Terra“. L’organizzazione ha aggiunto: “Non ci sono prove di disturbi dovuti alla pressione della radiazione solare e non è stato trovato alcun collegamento con un oggetto artificiale noto. Si raccomanda vivamente di fare più osservazioni e studi dinamici”.

L’ultimo asteroide rimasto intrappolato nell’orbita terrestre fu il 2006 RH120. La roccia spaziale, che orbita attorno al Sole e passa vicino alla Terra ogni pochi decenni, fu catturata dalla gravità del pianeta nel giugno 2006 e rimase fino a circa settembre 2007, prima di tornare al sistema solare.

Man mano che gli astronomi continuano a osservare l’oggetto, ulteriori informazioni sulla luna potrebbero essere rivelate nelle prossime settimane e mesi. Il Catalina Sky Survey, un progetto finanziato dalla NASA mira a scansionare il cosmo per scoprire e rintracciare oggetti vicini alla Terra (in inglese near-Earth object – abbreviato NEO), in particolare quelli che potrebbero rappresentare una minaccia per la Terra.