Eruzione Vulcano di Fuoco in Guatemala, ci sono molti morti e dispersi | FOTO e VIDEO

Aggiornamento ultimora: continua l’emergenza vulcano in Guatemala. Diffusi questa mattina un nuovo resoconto del National Forensic Institute (Inacif) sul bilancio: 73 morti, 200 dispersi di cui 192 censiti, 50 feriti, 3200 evacuati.

***

Aggiornamento: sale il bilancio delle vittime dopo l’eruzione del Vulcano de Fuego in Guatemala. Al momento si contano 65 morti nel su del paese dove tre municipi sono letteralmente scomparsi sotto tonnelate di cenere prodotta dalle esplosioni del vulcano.

L’eruzione del vulcano de Fuego di domenica, la più forte del cratere dal 1974, si trasforma in tragedia con il passare delle ore. Ufficialmente, il bilancio delle vittime sale a 65 persone, ma la scoperta di più corpi potrebbe aumentare il numero totale di morti. Solo nelle vicinanze del villaggio di El Rodeo (Escuintla, nel sud del Guatemala, la zona più colpita) i soccorritori hanno individuato 29 cadaveri. Nove di loro sono già stati trasferiti all’obitorio. Il resto non poteva essere evacuato per il momento perché i soccorritori dovevano abbandonare il luogo per nuovi fiumi di lava. Gli agenti stanno aspettando di ritornare in azione non appena si verificano le condizioni minime di sicurezza.

***

Eruzione Vulcano di Fuoco in Guatemala, ci sono morti | FOTO e VIDEO

La terra dell’america centrale piena di siti Maya, vulcani e foreste tropicali, al centro del mondo per l’eruzione del “Volcán de Fuego” (sud-ovest della capitale Guatemala City) che ha provocato la morte di almeno 7 persone nei dintorni di “El Rodeo“. In Guatemala i feriti per l’eruzione del vulcano sono almeno 20.

Un “flusso” di materiale vulcanico ha colpito una casa nella comunità di El Rodeo, che ha provocato quattro morti, ha detto Sergio Garcia, direttore del Conred (Coordinadora Nacional para la Reducción de Desastres). I corpi di altre tre persone sono stati trovati invece in un burrone, oltre al quale sono stati salvati 20 feriti.

Ci sono persone scomparse, ma non sappiamo quanti siano, dal momento che il riconteggio viene fatto con le comunità”, ha detto il funzionario in una conferenza stampa. “Il villaggio che fu praticamente sepolto è El Rodeo”, ha aggiunto.

Le autorità di Guatemala stanno anche contando quante persone hanno perso le loro case, ma le condizioni non aiutano. “C’è stato un altro flusso pragmatico e le unità di soccorso hanno dovuto lasciare la comunità di El Rodeo per preservare le loro vite”, ha riferito García. I dipartimenti di Chimaltenango, Escuintla e Sacatepéquez sono in allarme rosso e il resto del territorio nazionale è in allarme arancione.

Oltre 3100 persone sono state evacuate in diversi rifugi nel pomeriggio di domenica.

Le autorità hanno chiesto agli abitanti delle città vicino al vulcano di allontanarsi dai fiumi che trascinano i sedimenti e le rocce. Due dei defunti stavano osservando l’avanzata del materiale vulcanico e sono stati trascinati dall’alluvione, ha detto García. “Nessuno dovrebbe trovarsi a meno di 200 metri da un punto di rischio” ha avvertito il direttore del Conred.

Il vulcano de Fuego in Guatemala ha registrato dalle 11:00 am ora locale (18:00 GMT) diverse esplosioni che hanno generato una colonna di cenere di 10 mila metri di altezza che si è diffusa a km di distanza.

Una seconda fase di attività esplosiva si è verificata dopo le 16:00 ora locale.

È l’esplosione più forte registrata negli ultimi anni dal vulcano in Guatemala.

Ci sono state “onde d’urto” che potrebbero essere state percepite nelle case fino a 20 km di distanza, secondo l’Istituto Nazionale di Sismologia, Vulcanologia, Meteorologia e Idrologia (Insivumeh).

“Non ci sono forti flussi di lava, ma ci sono esplosioni che si verificano nelle nuvole infuocate o nei flussi piroclastici, che provocano un grandissimo potenziale per le valanghe di fango”, ha detto il direttore di Insivumeh Eddy Sánchez.

Le ceneri del vulcano di Fuoco provocano la chiusura dell’aeroporto internazionale.

A causa delle ceneri vulcaniche a Guatemala City sono state evacuate circa 100 persone e chiusa l’unica pista dell’aeroporto internazionale La Aurora. La pista è stata chiusa a causa delle ceneri vulcaniche e al fine di garantire la sicurezza di passeggeri e aeromobili. Lo ha comunicato l’autorità dell’aviazione civile del Guatemala. Il vulcano attivo si trova a circa 40 km a sud-ovest della capitale Guatemala City. Come informa Rai News, i lavoratori e gli ospiti del campo da golf La Reunion che si trova vicino al vulcano sono stati fatti evacuare.

In questo video su Facebook, possiamo vedere il momento in cui una colata scende dal vulcano de Fuego e in parte distrugge un ponte sull’autostrada RN14 Sacatepéquez-Escuintla.

Erupción del #VolcánDeFuego. Habrá conferencia de prensa a las 6:00 pm, por favor estar pendientes, ya se ha convocado al sistema nacional de emergencias.

Publiée par Jimmy Morales sur dimanche 3 juin 2018