Eddie Van Halen è morto dopo una lunga battaglia contro il cancro.

Eddie Van Halen, il famoso chitarrista dell’iconico gruppo rock Van Halen, è morto all’età di 65 anni. “Era il miglior padre che potessi chiedere”, ha scritto suo figlio, Wolf Van Halen, in una nota pubblicata su Twitter. “Ogni momento che ho condiviso con lui dentro e fuori dal palco è stato un regalo”.

Wolf Van Halen, figlio di Eddie e Valerie Bertinelli, ha detto che suo padre è morto martedì mattina dopo una “lunga e ardua battaglia contro il cancro”. Van Halen ha sposato l’attrice Janie Liszewski nel 2009. “Il mio cuore è spezzato e non credo che mi riprenderò mai completamente da questa perdita”, ha aggiunto suo figlio.

Eddie Van Halen, il cui nome completo era Edward Lodewijk Van Halen, e suo fratello Alex Van Halen iniziarono a esibirsi insieme da adolescenti, ma formarono il nucleo di quello che sarebbe poi diventato Van Halen dopo aver incontrato David Lee Roth. In quattro decenni, Van Halen ha pubblicato più di una dozzina di album.

La magia della chitarra di Van Halen ha ancorato la band attraverso quattro turbolenti decenni di album di platino, tour sold-out e una porta girevole di cantanti, da David Lee Roth a Sammy Hagar, Gary Cherone e ritorno ancora ad Hagar e Roth.

Il percorso di Eddie Van Halen

I suoi assoli scoppiettavano come un fulmine e alimentavano tutte le canzoni distintive della band: “Runnin ‘With the Devil”, “Panama”, “Hot For Teacher”, “Why Can’t This Be Love?” e, naturalmente, “Jump“, il loro unico successo numero uno, che ha scalato le classifiche dei singoli pop nel 1984.

Van Halen ha anche prestato le sue abilità

chitarristiche a Michael Jackson per “Beat It“, il grande successo del 1983 tratto dall’iconico album “Thriller” che fondeva il pop setoso di Jackson con un tocco di rock più duro.

Van Halen con Michael Jackson per la canzone Beat It.

Quando si è diffusa la notizia della morte di Van Halen, i suoi amici e colleghi musicisti hanno reso omaggio al talento unico nel suo genere.

Gene Simmons dei KISS ha scritto su Twitter: “Eddie non era solo un dio della chitarra, ma un’anima davvero meravigliosa”.

Il Geezer Butler dei Black Sabbath ha definito Van Halen “uno degli uomini migliori e più semplici che abbia mai incontrato e con cui abbia viaggiato”. “Un vero gentiluomo e un vero genio”, ha scritto su Twitter.

Su Facebook, Ted Nugent ha detto: “Grazie Eddie per rivitalizzare, arricchire e stimolare le nostre vite con i tuoi brillanti doni e la tua visione. Divertiti amico mio. Continua così”.

Eddie Van Halen era nato ad Amsterdam (Paesi Bassi) il 26 gennaio del 1955.