CANI PER IL TRASPORTO DI DROGA – Riempiti di droga poi uccisi per recuperarla, una volta arrivati a destinazione. La Polizia di Stato ha eseguito 75 arresti in tutta Italia sgominando bande di sudamericani impegnati nel traffico internazionale di stupefacenti. Ben 75 ordinanze di custodia cautelare e perquisizioni in diverse provincia italiane: Bergamo, Brescia, Lodi, Pavia, Piacenza, Novara, Varese, oltre che a Roma e Milano.

I cani, di grossa taglia, venivano letteralmente “imbottiti” di cocaina inserendo chirurgicamente la droga nel loro intestino, e ne diventavano i vettori. Al termine del viaggio, per recuperare la droga, i cani venivano uccisi e squartati. Le intercettazioni fanno pensare ad almeno 50 cani usati e uccisi per il recupero degli ovuli dall’intestino.

L’accusa: associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la persona e il patrimonio, traffico di droga e detenzione d’armi.