Matt Harding, con i suoi nuovi balli e il suo nuovo video, porta il ritmo nel mondo e il mondo in Internet. Potete vedere nel suo nuovo video i movimenti buffi, le coreografie un po’ folli, che hanno fatto breccia anche nel chiuso mondo della Corea del Nord.

Chi non conosce Matt? Chi non sa “Dove diavolo è Matt?”, ma Matt è dovunque… e naturalmente sul web, sul suo sito ufficiale potete trovare tutti i video e anche qualcosa di più: la mappa con tutti i luoghi che vedrete nel video “Dancing 2012”. Rilasciato proprio il 20 di questo mese di giugno. “Dancing 2012” è anche in vendita, o meglio, acquistabile a fronte di una donazione di 1 / 50 dollari, per cinque buoni motivi che lo stesso Matt, ironicamente elenca: vederlo anche quando non si è collegati a internet, ammirarlo nella qualità migliore possibile, portarlo sempre con sé anche su tablet e smartphone, evitare di dover visualizzare anche gli annunci pubblicitari mentre lo si guarda, farlo vedere agli altri… dare dei soldi all’autore!

Sostenere Matt Harding ha un senso, anche con l’acquisto del suo libro che racconta delle sue esperienze e delle magliette con il suo logo, sempre a disposizione sul sito ufficiale.

Avvisa Matt: ottima lettura per chi ama storie divertenti provenienti da luoghi lontani, ma usa un linguaggio un po’ “colorito”! Acquistando direttamente da lui e non su Amazon, con un po’ di soldi in più si può ottenere una dedica personalizzata scritta dallo stesso Matt.

Inoltre, iscrivendovi al sito e dichiarando dove abitate, potrete essere avvertiti se Matt si trova a passare nella vostra città o comunque dalle vostre parti! A Roma e Milano ha già ottenuto un enorme successo di partecipazione, in tanti vogliono apparire nei suoi video.

Insomma, questo personaggio, designer di videogiochi nato negli Stati Uniti nel 1976, grazie alle sue originali documentazioni musicali e danzate dei viaggi nel mondo, ha ottenuto un successo di audience (i suo video sono record di visualizzazioni su YouTube) e una vasta copertura dei media e dalla stampa internazionale.

Matt Harding è presente su Wikipedia, con informazioni sulla sua vita e le sue opere, anche in lingua italiana.