Negli ultimi anni, all’interno del contesto abitativo si è assistito al trionfo dell’open space per quello che riguarda la zona living, soprattutto in case dalle metrature più contenute, in cui una diversa suddivisione degli spazi aiuta a sfruttare meglio gli ambienti.

Una tendenza che ha portato a concentrare un’attenzione maggiore su una tipologia di arredamento più funzionale, in grado di assicurare al tempo stesso un’ottimizzazione degli spazi e uno stile dal design accattivante.

Per questo, per quello che riguarda i complementi d’arredo, il divano letto matrimoniale è una soluzione vista con favore sempre maggiore tra gli esperti di interior design: una soluzione in grado di valorizzare al meglio l’ambiente e di creare una zona notte all’insegna del massimo comfort.

Come sfruttare al meglio un divano letto matrimoniale

Per quello che riguarda le dimensioni, generalmente un divano letto matrimoniale presenta una larghezza minima di 50 centimetri.

Si tratta di una peculiarità che permette di usufruire di un’ampia seduta durante il giorno e di beneficiare di un letto spazioso e comodo per il proprio riposo.

Naturalmente, va posta grande cura nella scelta dell’area in cui collocare il divano letto matrimoniale: è preferibile optare per una zona dell’open space piuttosto dalla presenza di pochi elementi d’arredo, così da avere massima libertà di manovra nelle operazioni di apertura del letto.

Per sfruttare al meglio il complemento d’arredo durante il giorno, inoltre, è consigliato scegliere un’area luminosa e da cui sia possibile beneficiare di tutti i comfort presenti nel living, come per esempio, tv e console per videogiochi.

Divano letto matrimoniale: l’importanza del meccanismo di apertura

Come anticipato, aprire un divano letto matrimoniale dovrebbe sempre risultare un’operazione agevole e relativamente veloce.

In commercio sono disponibili numerosi modelli, caratterizzati da un meccanismo di apertura diverso, per permettere ai consumatori di scegliere in base alle proprie esigenze e preferenze personali.

Una delle soluzioni classiche è l’apertura a ribalta, che prevede che la rete venga ripiegata sotto la seduta e che la spalliera e si allunghi manualmente fino a poggiare a terra in tutta la sua lunghezza.

Nei modelli più spaziosi, inoltre, vi sono aperture sufficienti a ospitare anche un paio di cuscini, solitamente poste proprio all’altezza della spalliera.

L’apertura a libro, invece, si attiva sfruttando un meccanismo posto lateralmente, in corrispondenza dei braccioli: si tratta del cosiddetto divano letto alla francese, caratterizzato generalmente da una struttura molto robusta.

Una zona living di dimensioni molto ampie può essere arricchita con un complemento d’arredo con penisola, un modello che non offre soltanto una confortevole zona notte, ma anche un’ulteriore soluzione salvaspazio. La penisola, infatti, racchiude al suo interno un contenitore dove poter destinare cuscini, coperte e tanto altro.

Come scegliere il divano letto matrimoniale per la zona living

Un buon divano letto matrimoniale è in grado di soddisfare al meglio le aspettative legate alla comodità, all’ospitalità e al riposo.

Per quanto riguarda il rivestimento, è possibile optare per la pelle, facilmente lavabile e in grado di conferire eleganza e ricercatezza oppure per soluzioni sfoderabili, che renderanno il lavaggio altrettanto agevolato. I cuscini delle sedute, invece, dovranno essere contraddistinti da una morbidezza adeguata, mai eccessiva, per sostenere al meglio anche la postura.

Guardando alla rete, è possibile optare per quella classica elettrosaldata in metallo o per una con doghe in legno. L’altezza dal pavimento costituirà l’ultimo elemento da valutare in fase di scelta: solitamente, il consiglio è di optare per modelli che offrano una distanza dal pavimento similare a quella dei letti tradizionali.