Spenta la "dinamo", la Luna ha perso il suo campo magnetico.

La vita sulla Terra è possibile grazie a un potente scudo invisibile. È il campo magnetico che blocca le particelle dei venti solari che bombardano incessantemente il nostro pianeta. E’ grazie al campo magnetico ci esistono anche le bussole, un elemento essenziale nella nostra vita quotidiana. La Luna, d’altra parte, non ha un campo magnetico che la circonda, il che è una sfida immensa nel caso in cui un giorno vogliamo colonizzarla.

Il nostro satellite naturale, tuttavia, aveva un campo magnetico miliardi di anni fa e gli scienziati credono che arrivò ad essere persino più potente di quello che la Terra ha oggi.

Come ha funzionato questo campo magnetico e perché è praticamente scomparso?

Scavando tra le rocce – In una recente indagine, un gruppo di scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha analizzato campioni di rocce lunari per trovare la risposta a queste domande.

Queste rocce, appartenenti a epoche diverse di miliardi di anni fa, conservano ancora tracce del campo magnetico che le circonda, quindi hanno servito i ricercatori a seguire l’evoluzione di quel campo.

Circa 4 miliardi di anni fa, il campo magnetico della Luna era di 100 microteslas, che è l’unità di misura della densità del flusso magnetico. In confronto, il campo magnetico terrestre oggi è di 50 microteslas. Quel campo magnetico della Luna, tuttavia, è scomparso circa 1.000 milioni di anni fa.

Perché è scomparso?

Ma per sapere come è svanito, i ricercatori devono prima essere chiari su come è nato quel campo magnetico.

La loro conclusione fu che questo scudo fu generato da due cause principali.

Il primo è che quando la Luna era giovane, circa 4 miliardi di anni fa, era molto più vicina alla Terra. Essendo così vicino, la forza gravitazionale della Terra avrebbe agitato il nucleo liquido del satellite, il che avrebbe creato una potente dinamo che con il suo movimento avrebbe creato le correnti elettriche che formano il campo magnetico.

Mentre la Luna si allontanava – si muove ancora di quasi quattro centimetri all’anno – la gravità che agitava la dinamo si indeboliva, quindi anche il campo magnetico perse forza. Più tardi, a causa della lontananza circa 2,5 miliardi di anni fa, la gravità terrestre cessò di avere un effetto sul nucleo lunare, che iniziò a cristallizzarsi.

Quella cristallizzazione fece muovere i liquidi e questo spiega perché il nucleo della Luna ha continuato a produrre un campo magnetico, sebbene a quel punto fosse molto più debole. Quando il nucleo si è completamente cristallizzato, la dinamo ha finalmente smesso di funzionare.

L’analisi delle rocce ha mostrato che circa un miliardo di anni fa il campo magnetico della Luna era di 0,1 microteslas, quindi gli esperti stimano che intorno a quella data alla fine è scomparso. I ricercatori, tuttavia, non sanno ancora se la dinamo si è fermata definitivamente o se è entrata in un ciclo di “pausa attiva” prima di spegnersi per sempre.