NUOVO SINDACO A NEW YORK – Il democratico Bill De Blasio ha vinto a New York City e ne è ora il sindaco, sconfiggendo il repubblicano Joseph Lhota. È il primo democratico a vincere dal 1990.

L’Associated Press ha dichiarato ufficialmente De Blasio vincitore circa 45 minuti dopo la chiusura degli scrutini confermando quello che fina dai dai sondaggi precedenti alle votazioni era apparso un vantaggio insormontabile. 73% la percentuale dei voti per De Blasio contro il 25% del rivale.

Barack Obama, chiamato il neo sindaco e fatte le congratulazioni, ha aggiunto l’intenzione di lavorare insieme per il bene comune.

De Blasio, di origini campane e che parla anche italiano, ha ringraziato la famiglia e gli amici in Italia che lo hanno sostenuto spiritualmente.

L’elezione a sindaco di De Blasio, un liberale in toto, segna la fine definitiva dell’era Bloomberg.

Michael Bloomberg, il capitalista miliardario che ha guidato la città per tre mandati, è stato visto da molti newyorkesi come alleato di Wall Street e delle grandi imprese piuttosto che dei cittadinii di basso e medio reddito, più attento ai problemi di Manhattan che alle esigenze dei quartieri

periferici.

Bill De Blasio, al contrario, promette di lavorare per risolvere i problemi dei più deboli: colmare la disparità di reddito incrementando i salari minimi, fornire alloggi a prezzi accessibili grazie all’edilizia popolare e dare particolare risalto all’educazione, con asili e doposcuola accessibili a tutti.

Stanotte iniziamo a camminare come una sola città” ha dichiarato De Blasio, ripetendolo anche in spagnolo. “Nessuno resterà indietro“, è il messaggio che conclude la campagna elettorale e segna il traguardo dell’elezione di De Blasio a sindaco di New York, affidato a Twitter, mentre promette un costruttivo avvenire.