Crozza Benatia, polemica montata su una traduzione sbagliata

Real Madrid-Juventus è continuata fuori dal campo con tutta una serie di polemiche per il calcio di rigore assegnato al 93′ che ha praticamente regalato la qualificazione agli spagnoli. Una settimana infuocata sfociata con il battibecco a distanza tra il Maurizio Crozza e il giocatore della Juventus Medhi Benatia. Il comico genovese nella sua trasmissione su Nove aveva ironizzato prima su Buffon e poi sulle parole usate dal difensore marocchino per definire il penalty: “il rigore dato al Real è uno stupro“.

Ovviamente, la risposta di Benatia (sul suo account in Instagram) non si è fatta attendere, gettando così ulteriore benzina sul fuoco. Reazione che è stata ovviamente rilanciata anche dai media internazionali, come il quotidiano spagnolo AS che ha titolato un articolo: “Benatia minaccia un comico italiano per una battuta sul penalty fischiato a Lucas Vázquez“.

La verità su quello che ha detto Benatia

Ora, sul caso Crozza-Benatia se ne sono dette tantissime, ma una cosa va specificata, ovvero che il termine francese usato da Benatia (“viol”) in realtà non significa “stupro”. Il termine “viol” in lingua francofona è comune nel gergo calcistico. Come da noi del tipo “c’hanno ammazzato”. A chiarire la questione alcuni giornalisti francesi. Ed ecco allora che il mondo scopre che la traduzione trovata da Crozza era pure sbagliata.

In effetti le dichiarazioni di Benatia non avevano fatto scandalo… A farlo invece le parole usate da Maurizio Crozza e il suo staff, ossia coloro che gli costruiscono le puntate della sua trasmissione: hanno creato un

polverone dal nulla… Per aumentare l’audience della Nove?

La vignetta divertente sul caso Crozza-Benatia