Cristiano Ronaldo al Real Madrid? "Non possono continuare a giocare con il mio nome"

Questa settimana, diversi media europei hanno riferito della possibilità che l’attaccante della Juventus Cristiano Ronaldo si stia preparando per un eventuale ritorno al Real Madrid. Tra le speculazioni, la star portoghese ha finalmente rotto il silenzio con un messaggio energico pubblicato sul suo account Instagram.

“Sto rompendo il silenzio ora per dire che non posso permettere alle persone di continuare a giocare con il mio nome. Rimango concentrato sulla mia carriera e sul mio lavoro, impegnato e preparato per tutte le sfide che devo affrontare. Tutto il resto? Tutto il resto è solo parlare”, ha detto CR7.

Il portoghese ha anche ricordato che chi lo conosce sa quanto sia concentrato sul suo lavoro.

“Meno parole e più azione, questo è stato il mio motto guida sin dall’inizio della mia carriera”, ha aggiunto, lamentandosi che nessuno si sia preso la briga di scoprire la verità.

“Più che la mancanza di rispetto verso di me come uomo e come giocatore, il modo frivolo in cui il mio futuro è coperto dai media è una mancanza di rispetto verso tutti i club coinvolti in queste voci, così come i loro giocatori e lo staff”.

Allo stesso modo, ha ribadito che la sua storia al Real Madrid “è scritta”. “È stato registrato. In parole e numeri, in trofei e titoli, nei record e nei titoli. È nel Museo dello stadio Bernabéu ed è anche nella mente di tutti i tifosi del club”, ha espresso grato per i nove anni in cui ha riempito di gioia i tifosi del merengue, per i quali mantiene ancora oggi l’affetto.

Poco prima, l’allenatore del Real Madrid Carlo Ancelotti aveva negato che la firma della stella fosse pianificata. “Cristiano è una leggenda del Real Madrid e ha tutto il mio amore e rispetto. Non ho mai pensato di ingaggiarlo. Guardiamo avanti”, ha detto Carletto.