SPAGNA CRISI BANCHE – Una serie di abusi e imbrogli hanno portato alla crisi la Banca spagnola Bankia, per la quale gli esperti dicono che i cittadini ne stanno pagando le conseguenze. Frode, appropriazione indebita e falso in bilancio, questi sono alcuni dei crimini che la Corte di Spagna (Audencia Nacional de España) imputa al gruppo finanziario Bankia e ai suoi ex dirigenti.

Gli analisti ritengono che è stata la gestione negligente a portare al triste stato attuale della banca spagnola. “Queste pratiche e quelle delle altre istituzioni, in una folle catena di abuso e di frode, sono ciò che ha portato a questa crisi finanziaria che ora pagano i cittadini. Questo riflette una ideologia secondo la quale, più c’è deregolamentazione e meglio è“, ha commentato l’avvocato penalista Liliana Pineda a RT, “I mercati non si

autoregolano, tantomeno le banche, e quindi si credeva che con più deregolamentazione, si sarebbe avuto più ricchezza, più la speculazione e più accumulo“.

Secondo Liliana, la massima deregolamentazione ha consentito che alcune persone senza scrupoli, hanno accumulato grandi quantità di denaro, speculando e conducendo questo tipo di operazioni senza alcun tipo di sicurezza per i risparmiatori e per i cittadini.