Coronavirus, Italia la più colpita da covid-19 in Europa.

Il numero di infetti da nuovo coronavirus covid-19 in Lombardia è aumentato a 89, ha annunciato il governatore regionale, Attilio Fontana. Il numero totale di casi nel paese sale quindi a più di 100. Inoltre, sono stati confermati due casi letali: un uomo di 78 anni morto nella città di Padova, nella vicina regione del Veneto, e una donna di 77 anni a Codogno, in Lombardia, la più colpita dall’epidemia.

Misure contro “l’emergenza epidemiologica” in Italia.

Data la rapida diffusione dell’epidemia, il governo ha deciso di isolare circa 50.000 persone da 11 comuni colpiti, dove sono state sospese le attività scolastiche e di lavoro, nonché eventi sportivi, tra cui quattro partite di Serie A. In Veneto è stato fermato il Carnevale di Venezia, oltre a scuole e università.

Il Primo Ministro Giuseppe Conte, ha annunciato che “è stato adottato un decreto legislativo con misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica” e che “nelle aree di epidemie, l’ingresso e l’uscita non saranno consentiti, con eccezioni quelli specifici che verranno valutati periodicamente”.

La polizia controllerà che nessuno entri o lasci quelle aree e, “se necessario, interverranno le forze armate”, ha avvertito Conte durante una conferenza stampa, sottolineando che il benessere degli italiani è “la cosa

più importante”.

Allo stesso tempo, il primo ministro ha affermato che, per il momento, misure più estreme come la sospensione dell’area Schengen o la chiusura delle frontiere sono state respinte in quanto “sproporzionate“. Il mancato rispetto del blocco sarà punito con un massimo di tre mesi di reclusione o una multa fino a 206 euro.

Nel frattempo, il governatore della Lombardia ha firmato un ordine di chiusura di tutte le scuole della regione per precauzione.

Sconosciuto il ceppo originale di Coronavirus in Italia.

Nel frattempo, le autorità stanno ancora cercando di determinare il ceppo dell’infezione. In Lombardia, un uomo di 38 anni di Codogno viene identificato come “paziente 1”, attualmente in gravi condizioni. Si credeva che l’uomo, che non era mai stato in Cina, fosse stato contagiato dopo cena con un amico che era tornato dal paese asiatico a gennaio. Tuttavia, il viceministro della sanità, Pierpaolo Sileri, ha riferito sabato che il presunto “paziente 0” non ha mai avuto il virus.