Uno strumento in grado di gestire le risorse finanziarie è uno dei pilastri fondamentali per le imprese, anche per quelle di ultima generazione: le startup. Queste ultime sono delle realtà innovative il cui scopo fondamentale è quello di realizzare un nuovo modello di business che si basa su una moderna tecnologia.

Il loro fine è quello di risolvere delle problematiche legate uno specifico ambito di lavoro in modo sperimentale, le scoperte fatte, in un secondo momento, però, possono essere adottate da tutti.

Da ciò si comprende l’enorme importanza che rivestono le startup per la modernizzazione di un determinato settore, nonostante ciò, come tutte le altre imprese anche queste devono necessariamente dotarsi di un conto corrente aziendale, per questo è fondamentale trovarne uno che abbia le caratteristiche giuste per questo tipo di realtà.

Conti correnti aziendali dove trovare i migliori

Nel moderno mercato dei conti correnti aziendali spesso ci si può perdere, infatti le proposte degli istituti bancari sono varie e molte di queste si trovano esclusivamente in rete. Per risparmiare tempo e trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze, è bene sapere che Conticorrentiaziendali.it ha stilato una lista in cui vengono fornite numerosissime informazioni utili per conoscere tutti gli strumenti finanziari disponibili.

In linea di massima un consiglio per scovare un buon deposito da usare per la propria startup è quello di preferire le opzioni che hanno una grande componente online. Infatti tali imprese sono massivamente presenti nel digitale perché la loro mission principale è quella di innovare ed è proprio questo l’ambito in cui tale cambiamento può avvenire concretamente. In tal senso è fondamentale che si scelgano degli strumenti che permettano di acquisire e trasferire denaro anche con l’home banking, quindi il conto corrente deve essere legato a una pagina online dedicata, dove controllare le entrate, le uscite e occasionalmente fare dei resoconti di ciò.

Caratteristiche di un conto corrente per una startup

Per una startup un conto corrente aziendale è utilissimo in quanto, anche se la loro mission è l’innovazione, si tratta pur sempre di un’azienda il cui fine è quello di fatturare o comunque gestire delle finanze. Molto spesso, inoltre, tali realtà ricevano fondi o premi che devono essere veicolati in un servizio finanziario adeguato, soprattutto per poter essere contabilizzati nella dichiarazione dei redditi.

Le startup sono spesso definite imprese giovani perché chi le fonda ha 30 anni o meno, si tratta di neolaureati o anche nuovi imprenditori che mettono per la prima volta piede nel mondo dell’ imprenditorialità. In tal senso è utile scegliere un conto corrente che non abbia grandi spese da sostenere; infatti la quasi totalità degli strumenti finanziari forniti dalle banche impongono delle spese dovute a delle tassazioni statali o a delle funzionalità che offre il singolo istituto. In tal senso sceglierne uno che ha questo valore azzerato o particolarmente basso è molto importante per le imprese che stanno iniziando.

Un altro aspetto da considerare è quello di ricevere dei servizi aggiuntivi, come un interesse rilevante sui soldi che vengono depositati sul conto o il vedersi concedere dei prestiti a tassi agevolati. Scegliere dei conti correnti online alle volte può dare vantaggi aggiuntivi alle startup, soprattutto relativamente ai tempi di concessione dello stesso. In questi infatti, dopo aver fornito la documentazione necessaria, bastano pochi click per avere un proprio deposito disponibile. Non occorre recarsi in filiale ma l’iter può essere fatto semplicemente da casa.

Inoltre, a seconda dei pagamenti ricorrenti che si effettuano con la propria startup, ad esempio bonifici, F24, transazioni con carta di credito o altro è bene scegliere un conto corrente che offra un buon servizio nel campo che viene maggiormente usato. Ad esempio se si effettuano molti acquisti online una buona idea è quella di avere una o più carte di credito, mentre se si lavora con fornitori esterni che richiedono un bonifico è indispensabile che al proprio conto sia connesso a un IBAN.