IL CONCLAVE SU SMARTPHONE E TABLET – I 115 cardinali si sono riuniti da oggi, martedì 12 marzo 2013, per eleggere il prossimo papa. Ad annunciare che le votazioni hanno raggiunto lo scopo, una fumata bianca, presumibilmente tra le ore 18:00 e le 19:00, come da tradizione; nera se occorrerà procedere ad altre votazioni perché non si è raggiunta la maggioranza.

I fedeli affollano Piazza San Pietro e le strade intorno al Vaticano, c’è chi ricorre alle dirette live dei quotidiani online, e alla diretta TV streaming del Conclave, ad esempio grazie alla diretta di Sky Tg24, per non perdere l’”Habemus Papam” dalla voce del cardinale francese Jean Louis Tauran. Ma la verità è che questo evento così importante per la storia della Cristianità si muove in un contesto sociale in cui la tecnologia ha un ruolo importante, e allora ecco che, perfettamente al passo con i tempi, l’elezione del papa diventa 2.0!

Ecco alcune delle applicazioni gratuite per iOS e Android, per seguire il Conclave.

The Pope App., dell’organo ufficiale della Santa Sede, il “Pontificio consiglio delle comunicazioni sociali”, per seguire in diretta gli eventi anche attraverso delle webcam che trasmettono ininterrottamente.

FC Conclave LIVE, applicazione realizzata dal periodico Famiglia Cristiana, per seguire in diretta gli eventi, attiva già dalle dimissioni di Papa Benedetto XVI.

Anche in questo caso si tratta di una App con approfondimenti, ricca di foto e video, interviste e news in diretta.

Conclave, di Logos Bible Software, per non perdere il live streaming della fumata bianca. Ma fornisce anche informazioni sulle regole del Conclave, cenni storici, news, biografie dei cardinali e qualche sfiziosa curiosità.

CN ConclaveNews, le notizie sul conclave, scelte tra quelle pubblicate sui quotidiani online e dai siti delle agenzie stampa.

Tra le Applicazioni per smartphone e cellulari a pagamento, segnaliamo “Elezione Papa 2013” e “Conclave Alert”, entrambe a 0,89 €. Conclave Alert, solo per iPad, permette di seguire le discussioni su Twitter in sei lingue, tra cui, ovviamente, l’italiano.

Infine, “Popealarm”, in cui l’annuncio della elezione del successore di Papa Benedetto XVI si trasforma in un SMS o una email. L’ideale per chi potrebbe non essere sveglio al momento dell’annuncio, per ragioni di fuso orario o di professione.