SPAZIO NEWS – I resti della Cometa ISON andata distrutta nella vicinanza con il Sole lo scorso 28 novembre 2013, arriveranno sulla Terra sotto forma di meteoriti ma non per la festività di Natale 2013, ma bensi per il Capodanno 2014. La “cometa del secolo” o la “cometa di Natale“, come alcuni astronomi avevano previsto, non è sopravvissuta all’incontro con il Sole, e la sua luminosità si è ridotta di 100 volte.

Tuttavia la Cometa ISON non è scomparsa del tutto e la sua coda è ancora visibile (in diretta streaming anche in internet), il che significa che dopo la disintegrazione o evaporazione lascerebbe grandi frammenti che possono diventare visibili per gli abitanti del nostro pianeta.

Secondo i calcoli degli esperti, questi detriti sarebbero visibili come meteoriti dalla vigilia di Capodanno 2014 e per i due giorni successivi, quando si presenterà una possibile e intensa attività meteorica. Dopo l’incontro con il Sole, i resti della Cometa ISON infatti, hanno cambiato traiettoria riducendo di molto la sua velocità.

Un ultima curiosità che farà felice moltissimi appasionati di astrologia: il passaggio dei resti della Cometa ISON sulla Terra potrebbe coincidere con l’allineamento con il Sole del 4 gennaio 2014 dei pianeti Mercurio, Venere, Terra, Giove e Plutone. Non male eh?